Acqua micellare: la risciacquo o no?
Scopri l'Ebook

Acqua micellare: la risciacquo o no?

28 nov

L’acqua micellare è un prodotto per la cura del viso che ormai davvero in poche non hanno mai sentito nominare. E’ presente sul mercato da relativamente poco tempo, ed ha già raccolto tantissime fedeli seguaci. Proprio per il fatto di essere un prodotto nuovo ed innovativo, i dubbi al riguardo, specialmente sul suo utilizzo, non mancano. Ma facciamo un attimo un passo indietro per capire esattamente a cosa ci riferiamo quando parliamo di acqua micellare.

come usare l'acqua micellare

 

Cos’è l’acqua micellare

L’acqua micellare può essere considerato un prodotto “2in1”: infatti, grazie alle sue caratteristiche funziona sia da detergente che da struccante. Questo non solo è un buon modo per permettere anche alle più pigre di eliminare ogni sporcizia ed impurità dal viso, ma consente anche di risparmiare sul denaro (un prodotto anziché uno). La cosa più importante riguarda però l’effetto che ha sulla pelle: utilizzando un prodotto, anziché due, si stessa molto meno la pelle, cosa essenziale per chi soffre ad esempio di pelle sensibile. Infatti basta passare l’acqua micellare con un dischetto di cotone per eliminare trucco e sporco dalla pelle.

 

La questione del risciacquo

L’acqua micellare viene presentata come un prodotto innovativo non solo perché deterge e strucca, ma anche perché non ha bisogno di essere risciacquata, come indicano tutte le case cosmetiche nella descrizione delle loro acque micellari. Proprio a questo proposito io avrei alcuni dubbi, e come me tantissime altre ragazze, dato che diverse mi hanno sottoposto questo quesito: “è vero che non è necessario non risciacquare l’acqua micellare come riportato nelle descrizioni dei prodotti, oppure sarebbe meglio sciacquare il prodotto?”. Nonostante io pensi che chi ha inserito le indicazioni riportate sulla confezione delle acque micellari abbia avuto i suoi buoni motivi, non riesco a comprenderli fino in fondo. L’acqua micellare, per detergere e struccare si serve di tensioattivi, ovvero di sostanze che sciolgono lo sporco ed il trucco dalla pelle. Anche se si tratta di tensioattivi di origine naturale, personalmente non li lascerei sul viso. Per questo la mia risposta è che è sempre meglio risciacquare il viso dopo aver passato l’acqua micellare.

 

Come risciacquare

Dopo il “se” risciacquare o meno l’acqua micellare, in molte si sono chieste anche il “come” risciacquarla. Ovviamente si può procedere con la normale acqua di rubinetto, ma personalmente sto cercando di evitare di utilizzarla, perché credo che quella esca dal mio rubinetto sia troppo calcarea (come ho descritto nell’articolo sulla nuova routine detersione). Allora molto meglio procedere vaporizzando sul viso un po’ di tonico (senza tensioattivi, naturalmente) o meglio ancora dell’acqua termale, e passare sul viso un dischetto per rimuovere tutto.

 

 

Articoli correlati:

11 Responses to “Acqua micellare: la risciacquo o no?”

  1. Niente fiori solo make up 28 novembre 2013 at 11:33 #

    Brava, finalmente qualcuno che esorta a risciacquare l’acqua micellare :) Io risciacquo sempre il viso dopo averlo struccato e uso anche un detergente dedicato al mio specifico tipo di pelle.

  2. Giovanna 28 novembre 2013 at 13:54 #

    Grazie Maria Carmela! Post mooolto utile, per me, dato che ho comprato da poco l’acqua micellare… e non fidandomi, dopo averla usata ho messo comunque il latte detergente e il tonico.. A questo punto, per non stressare la pelle, dopo l’acqua micellare, passerò direttamente al tonico (fatto in casa da tua ricetta! 😉 )
    Gio’

  3. dany 29 novembre 2013 at 09:09 #

    Ciao Carmela, ti seguo da un po’ e trovo i tuoi consigli molto interessanti.
    Da parte mia, pur incuriosita da questo prodotto, non ho mai pensato di utilizzarlo perché mi trovo bene con i gel che, stesi direttamente sul viso con le mani bagnate, detergono e struccano e vanno poi sciacquati.
    Mi trovo molto bene con questi prodotti, ne ho provati di marche diverse, e pur avendo la pelle molto secca e sensibile, con anche un po’ di couperose, non mi hanno mai dato problemi.
    Inoltre mi piace la sensazione dell’acqua sul viso che mi fa sentire più pulita e mi dà una sferzata di energia dopo una giornata di lavoro.
    Una volta asciugato il viso con una lavetta di microfibra, picchietto un dischetto di cotone imbevuto di tonico e metto la crema da notte.
    Anche la mattina, prima di truccarmi, sciacquo il viso con acqua tiepida e dopo averlo asciugato applico il trattamento giorno.
    Seguo questa routine da moltissimi anni e a quarant’anni passati posso dire di avere una pelle abbastanza giovane, poco segnata dalle rughe e solo con qualche macchia solare sugli zigomi.
    Tu che ne pensi?

    • Maria Carmela
      Maria Carmela 5 dicembre 2013 at 18:33 #

      Non c’è nulla di sbagliato nella tua routine, e la tua pelle te lo dimostra! Quindi continua così 😀

  4. Laurita 29 novembre 2013 at 09:13 #

    Mi impegnerò a rimuovere l’acqua micellare dopo il suo utilizzo! L’idea di vaporizzare il tonico o dell’acqua termale sul viso è davvero accattivante :-)

  5. silvana 6 dicembre 2013 at 21:53 #

    Un prodotto ottimo da usare? per me l’acqua di rose! ho avto, tempo fa, problemi alla pelle: secca, sembrava squamarsi e si arrossava con un niente… prima trattata con creme a base cortisonica, poi ho intuito che poteva tratttarsi di allergia all’acqua(?!)(mi aveva posto la domanda la dermatologa che mi aveva visitato). Da quando uso l’acqua di rose, vaporizzata dopo doccia, strucco…, ho eliminato il problema, radicalmente. Mi piace verificare che anche la dott.ssa Trovato è d’accordo con usare buone acque…

  6. silvia 22 maggio 2014 at 08:52 #

    Ciao carmela, volevo chiedere un consiglio : sto seguendo un trattamento per l’acne (antibiotico ecc.) che tra poco in vista dell’estate dovrò sospendere o comunque rallentare… nella mia ricerca di un detergente adatto alla mia pelle molto sensibile (sono chiarissima tra l’altro) ma mista/acneica ho deciso di provare l’acqua micellare (in farmacia mi hanno dato quella della bioclin), secondo te può essere adeguata per una pelle come la mia? ho letto che secondo te è meglio risciacquarla, dopo aver sciacquato consigli un tonico? l’acqua del rubinetto non mi piace molto mi da l’idea che secchi la pelle.. Grazie per l’aiuto che potrai darmi!

  7. Maria 6 agosto 2014 at 14:17 #

    Ciao Carmela , da un po’ sto cercando di curare meglio il mio viso ,infatti mi sono schierata dalla parte delle ecobio, e per questo ho molte domande. Io non ho capito ancora se l’acqua micellare è uno struccante e anche un detergente? è tutte le due cose insieme? è come devo utilizzarlo quindi? Ti chiedo ciò perché sono molto interessata all’acqua micellare SO’Bio étic Aloe Vera.

    Spero che mi risponderai
    comunque bellissimo blog e consigli utilissimi :)

  8. Loretta Borel 1 gennaio 2016 at 14:19 #

    Io uso l’acqua miscellare da circa 7/8 anni . Bioderma , Uriage ecc. Risciacquo sempre con l’acqua spray dell’Uriage ecc. Mi sembra di essere più fresca . Complimenti per il tuo sito che seguo sempre . Buon anno

    • Maria Carmela
      Maria Carmela 4 gennaio 2016 at 11:31 #

      Grazie mille, buon anno anche a te cara 😀

  9. MIRELLA CURIONE 4 dicembre 2016 at 15:22 #

    Sono stata una delle PRIMISSIME a provare l’ acqua micellare, quando é uscita come cosmetico, ed era pure d’ una ben nota marca : L’ HO BOCCIATA SENZA RIMPIANTI !!!! Il viso non me l’ ha affatto pulito a fondo, ho dovuto fare più d’ un passaggio e – nonostante questo – sentivo ancora i pori ostruiti dal trucco al punto che il mattino successivo ho dovuto usare un prodotto esfogliante. Una settimana dopo, ho acquistato il latte detergente della stessa marca ed il risultato é stato… DECISAMENTE L’ OPPOSTO, al punto che – d’ allora – non ho più acquistato l’ acqua micellare, di nessuna marca !!!! Mi si può dire quel che si vuole, e rispetterò sempre l’ opinione altrui, ma per me… nessun struccante è più efficace del latte detergente, del gel detergente e del gel esfogliante !!!!

Leave a Reply