Allergizzanti negli shampoo: ecco come difendersi!
Scopri l'Ebook

Allergizzanti negli shampoo: ecco come difendersi!

26 nov

Molte di voi mi scrivono perché, preoccupate per la loro salute, vogliono evitare quanto più possibile cosmetici dannosi. In particolar modo una ragazza mi chiedeva come difendersi dagli allergizzanti negli shampoo e come poter scegliere un prodotto sicuro. Ma procediamo per gradi.

sostanze che causano allergia negli shampoo

 

Cosa sono gli allergizzanti?

Sono definiti allergizzanti tutte quelle sostanze che possono causare un’allergia, ovvero una reazione improvvisa che solitamente si manifesta sulla cute con rossori, ed in alcuni casi prurito, gonfiore e così via. E’ insomma una reazione spropositata del nostro organismo verso una o più sostanze, solitamente di natura chimica, anche se, come vedremo più avanti, è possibile che anche sostanze di natura vegetale possano trasformarsi in allergizzanti.

 

Quali è meglio evitare

Di sostanze allergizzanti ne esistono parecchie e molte possiamo trovarle negli shampoo che compriamo. Parlavamo prima dei profumi di sintesi, facilmente individuabili dalla dicitura “Parfume” o “Fragrance”: questi non sono altro che una miscela di sostanze che formano il profumo e che spesso sono responsabili di allergie. Più in alto troviamo questa dicitura nella lista degli ingredienti, più è possibile che quel cosmetico ci scateni un’allergia. Ma oltre il profumo esistono anche altre sostanze allergizzanti: se sei solita controllare l’INCI dei tuoi cosmetici sul Biodizionario, ti accorgerai subito della presenza di un allergene perché accanto al nome della sostanza troverai scritto “Allergene del profumo”.

sostanze allergeni del profumo

In particolare, questi sono derivati naturali da oli essenziali, anche se anche questi potrebbero essere ricreati in laboratorio: solitamente se sono da oli essenziali viene riportato vicino alla lista degli ingredienti.

♦  Citral

♦  Citronellol

♦  Coumarin

♦  Eugeniol

♦  Geraniol

♦  Farnesol

♦  Linalool

 

Il motivo per il quale gli oli essenziali possono scatenare un’allergia è perché sono di scarsa qualità o perché si ha una predisposizione ad essere allergici verso quell’olio essenziale in particolare. In genere bisogna dire che gli allergizzanti di sintesi causano di gran lunga maggiori danni rispetto a quelli naturali.

 

Come scegliere lo shampoo giusto

Diciamo subito che per non essere allergizzante uno shampoo, o qualsiasi altro cosmetico, dovrebbe essere completamente privo di profumazione. Ma se vuoi che i tuoi shampoo lascino una buona profumazione sui capelli, la soluzione migliore rimane quella di scegliere prodotti che abbiamo profumazioni naturali. Spesso il problema più grande è semplicemente abituarsi a profumi diversi: quelli di sintesi sono decisamente più forti e persistenti (dunque presenti in misura maggiore, con più possibilità di creare allergie) di quelli naturali “che sanno di erbe”, ma una volta superato questo piccolo ostacolo vedrai che ti abituerai facilmente e i tuoi capelli e la tua cute ringrazieranno! Gli shampoo naturali e biologici contengono sicuramente ingredienti più delicati e profumazioni derivate da oli essenziali: in questo modo riduci di tantissimo il rischio di allergie.

 

Qualche consiglio in più:

  • Ricorda che lo shampoo rientra tra i prodotti a risciacquo: questo vuol dire che quando fai lo shampoo devi massaggiare quanto basta il cuoio capelluto con lo shampoo e poi sciacquarlo subito via, senza aspettare altro tempo. In caso contrario è più facile che si vada in contro ad allergie ed irritazioni!
  • Nei profumi di sintesi sono stati spesso ritrovate sostanze dette ftalati, che oltre ad interferire con il sistema endocrino umano, non si degradano nell’ambiente, ma si accumulano nelle acque, nei pesci e dunque in chi li mangia.

 

 

Articoli correlati:

No comments yet

Leave a Reply