Base ombretto: ecco tutte le alternative!
Scopri l'Ebook

Base ombretto: ecco tutte le alternative!

11 giu

Quando si parla di base per ombretto si fa sempre un po’ di confusione:  è vero che i primer per occhi possono essere considerate delle basi, ma non esistono solo quelli e soprattutto non hanno tutte le stesse funzioni. Vediamo quali sono tutte le basi per ombretto che puoi utilizzare!

make up base per ombretto

 

Primer occhi

Iniziamo proprio dal primer occhi: è un prodotto molto utilizzato e ne esistono di diverse tipologie.

♦  Funzione: la funzione principale del primer rimane sempre quella di far resistere più a lungo ombretti e matite una volta applicati sugli occhi. Ma ci sono primer che hanno effetti diversi (dorato, perlato) che fungono da base e danno all’ombretto delle sfumature diverse.

♦  Come si applica: il primer occhi si applica tranquillamente con le dita o dall’applicatore se la confezione ne è provvista. Ricorda sempre di farlo asciugare bene prima di applicare sopra altri prodotti.

♦  Fai da te: non hai un primer? Puoi anche realizzarlo da sola! Applica prima un velo di correttore e successivamente fissa tutto con un po’ di cipria in polvere.

 

Matita occhi

Delinea perfettamente l’occhio e, se di colore scuro, lo rendo molto intenso: ma le matite occhi, in special modo quelle più morbide, sono perfette come base per l’ombretto.

♦  Funzione: utilizzando matite morbide si crea uno strato che permette all’ombretto di aderire meglio e quindi di durare più a lungo. Ma non solo: utilizzando una matita più chiara o più scura dell’ombretto che vuoi applicare puoi schiarire o scurire il suo colore di base. Se invece scegli una matita di un colore simile lo intensifichi.

♦  Come si applica: si utilizza applicando la matita direttamente su tutta la palpebra mobile o sulla zona dove vogliamo applicare l’ombretto a cui vogliamo dare maggiore risalto. L’importante è, una volta stesa, sfumare leggermente i bordi per non creare stacchi netti di colore.

 

Eyeliner

Non solo per righe grafiche o codine che allungano lo sguardo: l’eyeliner può essere utilizzato anche come base per l’ombretto e puoi sceglierlo sia nero che colorato.

♦  Funzione: crea una base, ancora più omogenea e resistente rispetto alla matita. Bisogna utilizzare un eyeliner in gel o in crema, meglio se waterproof: quelli liquidi tendono a seccarsi e frantumarsi.

♦  Come si applica: con un pennellino piccolo si stende il prodotto su tutta la palpebra e si sfumano bene i contorni prima che il prodotto si sia asciugato.

 

Ombretto in crema

E’ un vero e proprio ombretto, tanto che è stato formulato per essere utilizzato da solo: ma grazie alla sua consistenza cremosa diventa una base perfetta per i classici ombretti in polvere.

♦  Funzione: l’ideale è utilizzare un ombretto in crema dello stesso colore dell’ombretto che hai intenzione di applicare. In questo modo non solo l’ombretto rimane ancorato alla palpebra, ma il suo colore risulta decisamente più intenso.

♦  Come si applica: lo puoi applicare con le dita oppure, se desideri avere una base per ombretto più delicata, puoi sempre adottare un pennello da sfumatura. Questo tipo di pennello, avendo le setole larghe, stende il colore in modo leggero ma sempre omogeneo.

 

Ombretto a matita

Sono i classici matitoni, perfetti per tutte coloro che sono alle prime armi e vogliono un ombretto che sia facile e rapido da applicare.

♦  Funzione: anche in questo caso l’ombretto a matita può funzionare benissimo da base per l’ombretto, grazie alla sua consistenza piuttosto morbida e cremosa.

♦  Come si applica: si stende direttamente dalla mina del matitone e, successivamente, si può lavorare con le dita per renderlo più omogeneo.

 

E tu quale metodo utilizzi per creare la base per l’ombretto?

 

 

Articoli correlati:

2 Responses to “Base ombretto: ecco tutte le alternative!”

  1. Marte 11 giugno 2013 at 19:11 #

    Questo tuo post capita proprio al momento giusto! Ho la pelle mista/grassa ed i soliti problemi con ombretti e matite che non duravano abbastanza e, dopo qualche ora, si concentravano nella piega dell’occhio! Pur avendo letto recensioni positive su vari primer occhi non ne volevo acquistare uno. Qualche giorno fa, la mattina, avevo la cipra sotto mano, l’ho stesa sulla palpebra mobile e poi mi son truccata (come faccio sempre) con una matita occhi..con mio stupore nel primo pomeriggio l’odiosa piega non si era formata! Grazie a te ora posso “perfezionare” l’utilizzo alternativo della cipria come base occhi!

  2. Rossella 11 giugno 2013 at 20:22 #

    Io uso il primer della Kiko,lo applico con le dita,in modo che il prodotto si scalda e si fissa meglio ;-). A volte mi è anche capitato di usare un po’ di correttore con un velo di cipria,dura un pochino meno ma,è un ottima alternativa :-)!

Leave a Reply