Blush perlato: quando è opportuno evitarlo?
Scopri l'Ebook

Blush perlato: quando è opportuno evitarlo?

9 mar

Così come gli ombretti, anche il blush può avere diversi effetti. Accanto ai più classici blush dall’effetto opaco o satinato, esistono infatti i blush perlati: se saputi utilizzare danno al viso un aspetto fresco

fard con effetto perlato

 

Le caratteristiche dei blush perlati

Sappiamo che il blush è un cosmetico che si utilizza per dare un colorito sano al viso applicandolo sulle guance, ma cosa differenzia esattamente un normalissimo blush da un blush perlato? Quest’ultimo ha la caratteristica di possedere al suo interno delle micro sfere che riflettono la luce, dando appunto il tipico aspetto perlato.

♦  Effetto: una volta applicato il blush in polvere o un blush in crema perlato l’effetto è quello di piccole particelle che, quando vengono colpite dalla luce, la riflettono, creando così un bellissimo gioco di luci sulla pelle.

♦  Luminosità: di conseguenza il tuo aspetto sarà di sicuro più luminoso e radioso.

 

Quando e come utilizzare il blush perlato

I prodotti perlati devono essere utilizzati con molta accortezza, dato che non sempre sono adatti a qualsiasi occasione. Ad esempio, è bene evitare di indossare il blush perlato di giorno e preferirlo invece la sera, quando le luci artificiali valorizzano appieno il gioco di luci sul viso. Sarebbe l’ideale sfoggiarlo in occasioni particolari, come una festa o un invito importante, a patto che si svolgano sempre dopo il tramonto. Inoltre, dato che il blush perlato tende molto a focalizzare l’attenzione sul viso, è bene non eccedere troppo con il trucco di occhi e labbra.

 

Chi non dovrebbe utilizzare i blush perlati

Purtroppo il blush perlato non è per tutte: ci sono casi in cui andrebbe evitato applicarlo in base ad alcune particolari caratteristiche della pelle o del viso.

♦  Imperfezioni: come detto prima, il blush perlato attira molto l’attenzione sulla pelle. Proprio per questo, se hai una pelle con molte imperfezioni è meglio utilizzare un blush opaco o al massimo satinato per la sera, in modo da non renderle ancora più visibili.

♦  Pelle matura: anche chi ha una pelle non più giovanissima dovrebbe evitare il blush perlato, per lo stesso motivo spiegato poc’anzi. L’effetto shimmer metterebbe in evidenza anche le rughette più sottili.

♦  Pelle grassa: chi soffre di pelle grassa ha già l’inconveniente di vedersi spesso con il viso lucido. Aggiungere a questo anche un blush perlato significherebbe aumentare la percezione di pelle grassa: in questi casi è sempre meglio optare per un blush opaco.

♦  Viso tondo: tutti i prodotti perlati riflettono la luce e di conseguenza tendono a far apparire la zona dove sono applicati molto più ampia. Così, chi ha un viso tondo è bene che eviti il blush perlato, che farà apparire il viso ancora più grande. Da questo si può facilmente dedurre che, al contrario, chi ha un viso piccolo o guance non molto pronunciate può tranquillamente utilizzare questo tipo di prodotto.

 

Qualche consiglio in più sul blush perlato:

  • Se hai sbagliato ad acquistare un blush perlato, non è necessario abbandonarlo in fondo alla trousse o gettarlo via. Basta sfruttarlo come illuminante, applicandone pochissimo solo sopra le guance, o meglio ancora riciclandolo come ombretto.

 

 

 

Articoli correlati:

No comments yet

Leave a Reply