Burro di Karitè puro: raffinato o grezzo?
Scopri l'Ebook

Burro di Karitè puro: raffinato o grezzo?

27 nov

Nell’articolo sul burro di Karitè ho parlato delle diverse caratteristiche di questa favolosa sostanza, ingrediente quasi onnipresente in prodotti naturali e non. Ma data la grande attenzione che le sostanze naturali stanno suscitando nell’ultimo periodo (per fortuna!) sempre più persone scelgono di affidarsi alla materia prima pura: così c’è chi va alla ricerca dell’aloe vera pura, dell’olio di jojoba puro, e, perché no, anche del burro di Karitè puro.

burro di karitè puro grezzo o raffinato

 

Come sceglierlo

Pensavi che tutto il burro di karitè fosse uguale? Sbagliato! Anche quando si va alla ricerca della sostanza pura bisogna fare attenzione a ciò che si compra. Esistono infatti in commercio due tipologie di burro di karitè puro: quello raffinato e quello non raffinato. Il primo viene estratto dal seme della pianta attraverso una sostanza chimica detta esano, mentre nel secondo caso il metodo di estrazione non è chimico ma fisico. In entrambi i casi si perdono un bel po’ di sostanze benefiche del burro, ma nel secondo caso non si trovano residui di agenti chimici, se pur minimi.

 

Il problema del burro grezzo

Allora penserai: l’ideale è quello grezzo, non raffinato! Anche qui bisogna fare delle precisazioni: ricorda che questo è un prodotto che proviene da terre povere, che spesso non badano molto all’igiene dei loro preparati. Informandomi, ho scoperto che esistono infatti ben tre gradi di purezza relativi al burro di karitè, che però non possiamo dedurre in nessun modo dall’INCI. L’ultimo grado di purezza, il più “scarso”, potrebbe contenere (anche se non è detto che le contenga) sostanze come patogeni, sporco e così via. Ricapitolando, il burro di karitè raffinato ha pochi principi attivi rispetto a quello di partenza, ma è più sicuro rispetto a quello non raffinato. La cosa che resta da fare è dunque contattare direttamente l’azienda dalla quale vogliamo acquistare e chiedere quante più informazioni possibili.

 

Come si usa il burro di karitè puro

Una volta superato l’ostacolo, non indifferente, di scegliere il burro di karitè puro che vuoi utilizzare, puoi sfruttare le sue proprietà emollienti, nutrienti ed elasticizzanti. Ad esempio, utilizza il burro di karitè puro per:

♦  ammorbidire talloni e gomiti. Subito dopo il bagno prendi un po’ di prodotto e massaggialo su queste zone e rivestiti (mettendo possibilmente delle calze da tenere tutta la notte).

♦  riparare la pelle molto secca delle gambe. Sempre a pelle umida massaggia un po’ di burro di karitè puro sulle zone più secche e screpolate.

♦  come maschera antiage. Funziona benissimo come maschera anti età o per chi ha una pelle del viso secca e arida.

♦  prurito e scottature. Spalma una piccola parte del prodotto sulla zona interessata, senza farla assorbire del tutto.

Il burro di karitè puro si presenta come un burro vero e proprio, ma non appena si prende un po’ tra le mani si scioglie facilmente, così da poter essere utilizzato facilmente. Ti chiedi perché dico di applicarlo a pelle umida? Leggi l’articolo sui cosmetici a pelle umida!

 

Qualche consiglio in più sul burro di karitè puro:

  • Se non è possibile capire il grado di purezza del burro di karitè è possibile invece capire se ci si trova danti un prodotto raffinato o grezzo. Generalmente, quando sulla confezione non è riportata nessuna indicazione particolare allora il prodotto è raffinato, altrimenti troverai la scritta “non raffinato” sul barattolo.

 

 

Articoli correlati:

3 Responses to “Burro di Karitè puro: raffinato o grezzo?”

  1. Daniela rock 1 dicembre 2013 at 09:52 #

    Ti avevo chiesto se fosse possibile leggere un tuo articolo dello stesso tenore di questo ma sull’olio di argan. Non ho neanche visto pubblicato il mio commento. Forse c’è qualcosa che mi sfugge sul meccanismo di funzionamento dei commenti…

  2. Valerie MadameFleur 6 dicembre 2013 at 16:44 #

    Ciao…io uso tantissimo il burro di karité, sia per la pelle delle mani sia per il viso. Ci faccio anche gli impacchi alle punte dei capelli per renderle meno sfibrate.
    Quello rapporto qualità prezzo che fino ad ora ho provato e con il quale mi sono trovata meglio è questo:
    http://www.prodottidibenessere.it/it/ burro-di-karite-puro-100/2001-burro-di-karite-puro-100-bio-50-ml.html

Leave a Reply