Burro rinforzante per unghie super efficace!
Scopri l'Ebook

Burro rinforzante per unghie super efficace!

17 lug

Da un po’ di tempo avevo sott’occhio diverse ricette su come creare un burro rinforzante per le unghie, dato che volevo dare loro un po’ di cure extra durante l’estate. Ho fatto una sorta di mix di diverse ricette e devo dire che il risultato mi è piaciuto moltissimo! Purtroppo non ho potuto fotografare il risultato, ma ti invito a provare questo semplice burro rinforzante per unghie perché ne vale davvero la pena!

burro di karitè

Ha una consistenza piuttosto burrosa, appunto, ma comunque facile da stendere sulle unghie: permette inoltre di fare anche un piccolo massaggio per far penetrare meglio le sostanze nutritive. Inoltre le rende davvero lucide e resistenti! Ma vediamo insieme quali sono gli ingredienti che devi avere per creare questo burro rinforzante per unghie!

 

Gli ingredienti

Per poter assemblare questo burro rinforzante per unghie ti serviranno 7 ingredienti. Il burro di karitè, così come tutti gli altri elementi grassi della ricetta, come l’olio di ricino, quello di cocco e d’oliva, servono a dare nutrimento all’unghia ed anche alle cuticole. In particolar modo l’olio di ricino funge da prezioso rinforzante. L’oleolito di limone ha invece la funzione di eliminare le cellule morte che rendono l’unghia opaca, ed allo stesso tempo gli oli essenziali la lucidano.

♦  2 cucchiai di burro di karitè

♦  1 cucchiaio di olio di ricino

♦  1 cucchiaio di olio di cocco

♦  1 cucchiaino di olio d’oliva

♦  1 cucchiaino di oleolito di limone

♦  10 gocce di olio essenziale di limone

♦  10 gocce di olio essenziale di arancio dolce 

 

Il procedimento

In questa ricetta sono presenti sia ingredienti in forma solida (come il burro di karitè o l’olio di cocco, se è inverno) ma anche in forma liquida (ad esempio l’olio d’oliva, di ricino, l’oleolito di limone e gli oli essenziali). Per poter miscelare correttamente tutti gli ingredienti bisogna portarli tutti allo stato liquido, o comunque cercare di ammorbidirli per poterli mescolare meglio. Io non amo molto il microonde, quindi ho sciolto i burri a bagnomaria. Quando sono diventati piuttosto morbidi ho aggiunto il resto degli ingredienti, ad eccetto degli oli essenziali: questi ultimi li ho mescolati quando il composto si era un po’ raffreddato, per evitare che si rovinassero. Ho visto i primi risultati dopo 4-5 giorni: le unghie sono più lucide e dall’aspetto decisamente più sano! Io ho applicato questo burro due volte al giorno, una volta la mattina ed una alla sera prima di andare a letto! Data la presenza degli oli essenziali questo burro dovrebbe durare per almeno un paio di mesi, anche se, specialmente con il caldo, vale sempre la regola di osservare bene ed annusare..se non ti convince più, meglio disfarsene! A limite, la prossima volta, potrai farne metà dose o regalarlo a qualche amica!

 

Versione semplificata

Nel caso tu non avessi a disposizione tutti gli ingredienti puoi procedere ugualmente utilizzando quei pochi necessari a svolgere le funzioni principali di questo burro. Naturalmente, ciò che non deve mancarti è il burro di karitè, perché rappresenta proprio la base di questo composto. L’azione rinforzante, invece, è data principalmente dall’olio di ricino, anch’esso fondamentale. A piacere, poi, ti consiglio di inserire anche qualche goccia di olio essenziale di limone, che riesce a rendere la unghie più sane e lucide. In questo caso, la ricetta, assemblata con questi tre semplici ingredienti, si trasforma in:

♦  1 cucchiaio di burro di karité

♦  2 cucchiaini di olio di ricino

♦  10 gocce di olio essenziale di limone

Si mescolano gli ingredienti, quando il burro di karitè è abbastanza morbido, e dopo si ripone in frigo fin quando il composto non si è solidificato. A questo punto potrai applicarlo sulle unghie senza smalto. Anche con questa ultima versione l’effetto rinforzante sulle unghie è garantito!

 

Tu cosa ne pensi? Fammi sapere se proverai una di queste due ricette!!

 

 

 

Articoli correlati:

No comments yet

Leave a Reply