Cipria all'amido di riso: scopri il fai da te!
Scopri l'Ebook

Cipria all’amido di riso: scopri il fai da te!

26 gen

Chi non ha mai sentito parlare della cipria all’amido di riso alzi la mano! Credo siano ancora in tante a non sapere che la cipria è uno di quei cosmetici che si può tranquillamente fare in casa con pochissimi ingredienti e soprattutto con pochissimi strumenti. Solitamente, infatti, la cosa che più spaventa chi vuole iniziare a “spignattare”, ovvero crearsi in casa i propri prodotti di bellezza, è il fatto di dover reperire ingredienti difficili da trovare o avere a disposizione strumentazioni particolari da laboratorio.

cipria all'amido di riso fai da te

Oggi non ti richiedo tutto questo: come vedrai tra pochissimo fare una cipria all’amido di riso è facilissimo e conviene sotto diversi punti di vista!

 

Perché conviene

Che fare in casa una cipria all’amido di riso convenga è fuori discussione, e non c’è solo un motivo, ma diversi! Ad esempio conviene:

♦  in termini economici: come vedremo tra pochissimo, formulare una cipria all’amido di riso non è per nulla dispendioso. Esistono ciprie in commercio che hanno al loro interno ingredienti pessimi e che paghiamo davvero un occhio della testa. Per questo dico sempre che vale la pena spendere qualche minuto del proprio tempo per regalarsi un buon prodotto!

♦  in termini di salute della pelle: anzitutto, quando si assembli un cosmetico con le tue mani, sai già cosa stai mettendo in viso e per questo sei sicura di non utilizzare ingredienti scadenti. In questo caso particolare, poi, l’amido di riso è un ingrediente decisamente migliore rispetto al classico talco che si trova all’interno delle comuni ciprie, perché evita di intasare i pori e non provoca problemi di impurità e punti neri.

♦  in termini di soddisfazione: vuoi mettere la soddisfazione di creare un cosmetico fatto con le tue mani? Io lo faccio spesso, e credimi che il tempo impiegato a realizzarlo viene del tutto ripagato!

 

Come procedere

Come dicevo poc’anzi, creare da sole una cipria all’amido di riso non è per nulla difficile. Iniziamo dagli ingredienti, o per meglio dire dall’ingrediente:

♦  amido di riso

Esatto! L’unica cosa che ti serve è proprio dell’amido di riso: lo puoi acquistare on line negli e-commerce specializzati in materie prime cosmetiche, ma forse non sapevi che puoi tranquillamente trovarlo in farmacia (quello puro, già in granelli piccolissimi), oppure al supermercato (che si presenta più grossolano). Quindi cosa si fa? Se si è scelto di acquistare l’amido di riso già finissimo lo si travasa direttamente in un piccolo contenitore (meglio se in una vecchia jar che i buchi dosatori in alto) e lo si utilizza direttamente come una comunissima cipria. Altrimenti si passa l’amido di riso ancora grossolano all’interno di un macina caffè, in modo da renderlo quanto più fine possibile. Naturalmente la ricetta si può impreziosire in diversi modi: ad esempio si può aggiungere del colorante rosso alimentare (anche questo si trova al supermercato nel reparto dolci). Si mescola un cucchiaio colmo di amido di riso al colorante fino a che non assume un bel colore rosa, si mescola fin quando il colore non risulta omogeneo e lo si lascia asciugare per un giorno intero. Poi si aggiunge tanto amido fin quando il colore non risulta un rosa cipria delicato. Oppure ancora, per profumare la cipria all’amido di riso, puoi aggiungere qualche goccia di olio essenziale, quello che più ti piace.

 

Le caratteristiche della cipria all’amido di riso

La cipria all’amido di riso ha precise caratteristiche e non sempre si adatta alle esigenze di tutte. Ad esempio l’amido di riso non è molto coprente, dunque va bene nei casi di pelli molto giovani o che non hanno particolari problemi di pelle da nascondere. L’aspetto che ne deriva è quello di una pelle radiosa e fresca, perché appunto, non coprendo troppo, lascia trasparire la sua naturale luminosità. Altra caratteristica della cipria all’amido di riso è quella di avere un ottimo potere assorbente: per questo motivo va benissimo per chi ha la pelle grassa o mista e deve necessariamente utilizzare una cipria per tamponare l’eccesso di oleosità della pelle. Un aspetto che invece molte ragazze considerano negativo è che l’amido di riso tende un po’ a sbiancare: questo è in parte vero, ma a mio parere basta prenderci la mano con l’applicazione. Anzitutto non se ne deve mettere tantissima, ne basta poco perché è molto opacizzante, ed inoltre bisogna sfumarla molto bene.

 

Fin qui abbiamo parlato dell’amido di riso, ma se per qualche motivo non si riesce a trovarlo, in alternativa può andar bene qualsiasi amido in polvere: al supermercato si trovano solitamente quello di mais (Maizena), quello di patate (fecola) o quello di frumento (Frumina).

 

 

Articoli correlati:

6 Responses to “Cipria all’amido di riso: scopri il fai da te!”

  1. Michela 29 gennaio 2014 at 11:09 #

    oddio mai avrei pensato di incipriarmi con la maizena!! :)
    per ora ho una cipria in polvere libera della lavera ed è ottima, sia come inci che come effetto perchè la pelle è molto luminosa! ma preoverò di certo questa ricetta (al massimo ci farò una torta)

  2. Luisa 5 febbraio 2014 at 09:36 #

    Io comprai l’amido di riso un paio d’anni fa per eseguire una ricetta di Carlitadolce ma non l’ho più utilizzato, tanto che credevo non l’avessi più, poi l’altro giorno per caso l’ho ritrovato. E’ l’amido di riso del dott. Pignacca e per ora l’ho utilizzato per una maschera al viso con yogurt :)

  3. monica 7 marzo 2014 at 09:42 #

    L’amido di riso è utile anche come rimedio d’emergenza per capelli grassi che si sporcano facilmente! Puo sosttituire lo shampoo secco! Grazie per gli utili consigli,ti seguo sempre!

  4. Barbara 2 aprile 2014 at 15:29 #

    Ciao, pensavo di usarlo come cipria visto che di solito uso quelle minerali bianche dal finish trasparente, ho cercato in giro e ho trovato un sito che vende materie prime tra cui appunto l’amido di riso ma nelle specifiche di utilizzo dice che non si può usare “tale e quale” ma va miscelato con altri prodotti. L’inci è: Oryza Sativa Starch che differenza c’è tra questo è l’Oryza Sativa? grazie!!!! :*

  5. Francesca 18 settembre 2014 at 08:27 #

    Ciao, volevo sapere che differenza c’è tra l’amido di riso e la polvere di riso, utilizzati in qualità di cipria?

  6. monica 22 ottobre 2015 at 11:06 #

    ottimo l’amido di riso, lo utilizzo da quando non trovai più la meravigliosa polvere di riso de “i coloniali”. Per (triste) esperienza personale però eviterei il discorso del colorante poichè essendo idrosolubile, alla minima goccia di acqua o di sudore si scioglie e ti rende rosso il viso, come se fossi macchiata dai pennarelli! Meglio lasciarlo naturale e prenderne poco.

Leave a Reply