Cipria per pelle secca: ecco quale scegliere!
Scopri l'Ebook

Cipria per pelle secca: ecco quale scegliere!

1 dic

Chi ha la pelle secca ha spesso difficoltà ad utilizzare la cipria, ma pur di avere sul viso quell’effetto cipriato tanto desiderato ci si lancia in acquisti per nulla azzeccati, finendo così per peggiorare ulteriormente la situazione!

come scegliere la cipria per pelle secca

 

Il problema

La cipria, infatti, è un cosmetico che ha principalmente due funzioni: quella di rendere opaca la pelle (anche se a dire la verità adesso vi sono diverse versioni che la propongono satinata e con effetto illuminante) e assorbire l’eventuale sebo in eccesso dalla pelle. Queste due caratteristiche vanno un po’ in contrasto con le esigenze di una pelle secca, che anziché apparire opaca avrebbe bisogno di più luminosità e che non richiede assolutamente sostanze assorbenti, in quanto è già povera di per sé di sebo. Tuttavia non sono poche le ragazze che pur avendo la pelle secca amano moltissimo l’effetto cipriato sul viso. Come risolvere questo problema?

 

Le ciprie adatte per pelle secca

Non tutte le ciprie sono uguali! E’ vero, sono tutti prodotti che di base sono formati da una polvere, sia essa libera o compatta, ma di cosa è fatta questa polvere? Questa è la domanda che devi farti ogni volta che sei alla ricerca di una cipria per pelle secca. La cipria che devi cercare per la tua pelle secca deve avere una di queste caratteristiche.

♦  Essere a base di Mica: la Mica è un minerale che ha delle proprietà particolari ed è contenuta in quasi tutte le ciprie minerali. La sua peculiarità sta nel non mescolarsi né con l’acqua né con l’olio: questo è un grandissimo vantaggio per chi ha la pelle secca, perché vorrà dire che una cipria a base di mica non tenderà ad assorbire il naturale sebo della pelle e non la renderà secca. Oltretutto la Mica dona solitamente un effetto satinato, leggermente luminoso, che dona freschezza ad un viso che soffre di pelle secca. Tuttavia non è la regola: si trovano ciprie a base di Mica con effetto opaco e ciprie, sempre a base di Mica, ma con effetto satinato. Il massimo, poi, sarebbe trovare una cipria a base di mica con derivati naturali (ad esempio Zea Mays o amido di mais) che associano alla cipria un effetto più idratante.

♦  Contenere siliconi: sono in poche parole le ciprie tradizionali, quelle cioè non completamente minerali o naturali che contengono una massiccia dose di sostanze siliconiche, ovvero sostanze che creano un fil protettivo sulla pelle e danno una sensazione di morbidezza e quell’effetto seta tanto desiderato. Questa tipologia di ciprie hanno però effetti piuttosto negativi sulla pelle: i siliconi, infatti, tendono a chiudere i pori, non fanno respirare la pelle e predispongono alla comparsa di punti neri e brufoli, soprattutto in soggetti che tendono ad averli. Al massimo, puoi utilizzare queste ciprie nelle occasioni speciali, ma il mio consiglio è sempre quello di evitarle in favore di prodotti più naturali ed ugualmente efficaci!

 

Quale cipria per pelle secca acquistare

Non è difficile trovare ciprie contenenti siliconi, dato che sono molto diffuse: posso citare ad esempio quella della Vichy – Dermablend, Fissatore in polvere o la Cipria di Bottega Verde con Acido Ialuronico e Vitamina E: ma come dicevo poc’anzi, personalmente le sconsiglio! Meglio orientarsi su qualcosa di più naturale: la scelta non manca perché ormai le case cosmetiche naturali sono tantissime. Ciprie a base di Mica sono ad esempio Dewy, Nude e Perfect Silky di Neve Cosmetics (anche se la prima contiene anche una percentuale di silica che assorbe un po’ di sebo e che sarebbe quindi da valutare caso per caso o da scegliere in caso di pelle normale), Flawless Silk e Translucent Silk di Lily Lolo, la Cipria in Polvere di Inika e tutte le ciprie Lucent Face Powder di Everyday Minerals. Le ciprie Piuma, Lafata e Biscuit di Minerale puro sono a base di Mica e contengono anche Zea Mays.

 

 

 

Articoli correlati:

10 Responses to “Cipria per pelle secca: ecco quale scegliere!”

  1. Elly Napier 1 dicembre 2013 at 12:28 #

    Davvero molto interessante!*-*
    Quindi basterebbe anche solo il Mica come ingrediente per rendere la cipria un po’ meno “seccante” per la pelle (non mi viene in mente un termine migliore,scusa,eheh xD),o esistono anche altri ingredienti specifici facilmente riscontrabili negli inci?

    • Maria Carmela
      Maria Carmela 3 dicembre 2013 at 11:14 #

      Se non erro ci sono ciprie a base di Zea Mays (ovvero amido di mais) che dovrebbero avere lo stesso effetto :)

  2. Marina 3 dicembre 2013 at 09:03 #

    Grazieeee è da tanto che cercavo un articolo così :)

  3. monica 4 dicembre 2013 at 09:28 #

    Ciao Maria Carmela, vorrei sapere cosa ne pensi dell’amido di riso utilizzato come cipria;grazie dei consigli!

    • Maria Carmela
      Maria Carmela 7 gennaio 2014 at 22:01 #

      L’amido di riso opacizza molto bene, ma non è molto coprente ed inoltre tende a sbiancare leggermente :)

  4. Stefania 4 dicembre 2013 at 12:22 #

    Allora la cipria Cannes di Neve non va bene ? Io l’ho acquistata perchè la indicavano come adatta alle pelli secche, ma il componente è la Silica. Che ne pensi ?

    • Maria Carmela
      Maria Carmela 5 dicembre 2013 at 17:56 #

      E’ vero, la indicano per pelli secche, ma io ti consiglierei, se ce l’hai molto secca, di preferire quelle a base di Mica piuttosto che quelle a base di Silica :)

  5. Stefania 5 dicembre 2013 at 10:34 #

    Non capisco perchè la mia domanda non sia stata pubblicata. Chiedevo spiegazioni su una cipria di Neve Make up.

    • Maria Carmela
      Maria Carmela 5 dicembre 2013 at 17:57 #

      Perdonami, ma a rispondere sono da sola e non sempre posso rispondere tempestivamente :)

  6. edyht 6 marzo 2014 at 09:50 #

    I tuoi post sono fatti benissimo…sto trovando le risposte ai dubbi estetici.Grazie :)

Leave a Reply