Come far diventare perlato un ombretto opaco e viceversa
Scopri l'Ebook

Come far diventare perlato un ombretto opaco.. e viceversa!

6 set

Ti è mai capitato di avere un ombretto opaco ma di desiderarlo più luminoso e dall’effetto perlato? Non c’è bisogno di acquistare decine di ombretti o palette. Basta infatti aguzzare l’ingegno e sperimentare una di queste tecniche che ti fanno ottenere i risultati che speravi. Scoprirai come è semplice partire da un ombretto mat per poi ottenerne uno dall’effetto satinato o perlato. Ma utilizzando i cosmetici giusti si può ottenere anche l’effetto contrario, ovvero passare da un ombretto perlato ad uno opaco. Vediamo subito come fare.

diversi metodi per far diventare perlato un ombretto opaco e viceversa

 

Da opaco a perlato

Se possiedi un ombretto opaco ma vuoi dargli un po’ di carattere e brillantezza non ti resta che crearne uno perlato con alcuni metodi “fai da te”. In particolare esistono due modi per cambiare finish al tuo ombretto.

♦  Mettere sopra un ombretto chiaro perlato: colori come champagne, avorio, beige dorato e crema, rigorosamente perlati, sono perfetti da applicare sopra l’ombretto opaco che vuoi illuminare. La cosa importante, però, è utilizzare un pennello morbido da sfumatura: preleva quindi un po’ di ombretto perlato e passalo delicatamente sopra quello opaco. Se invece oltre ad aggiungere un effetto perlato vuoi anche schiarire leggermente il colore dell’ombretto opaco di partenza, allora utilizza un pennello piatto: in questo modo l’ombretto si stende in modo più concentrato mitigando il colore che hai messo sotto.

♦  Unire un’illuminante: altro metodo per dare un effetto perlato ad un semplice ombretto mat è quello di passare sopra un’illuminante. Prelevane un po’ con il polpastrello e picchietta l’illuminante sull’ombretto opaco, oppure utilizza lo stesso metodo del pennello da sfumatura spiegato precedentemente.

 

Da opaco a satinato

Se hai a disposizione un ombretto opaco puoi benissimo donargli sfumature satinate in un modo molto semplice. Ti basterà bagnare il pennello e prelevare il colore: a questo punto applicalo sulla palpebra non strisciando il pennello ma piuttosto picchiettandolo, in modo tale che l’ombretto si fissi bene e risulti pieno di sfumature satinate. Questa tecnica può, anzi, deve essere utilizzata con gli ombretti che sulla confezione riportano la dicitura “cotto”: questo genere di ombretti, infatti, se applicati con il pennello asciutto danno come effetto un colore abbastanza leggero e poco scrivente, mentre da bagnati danno i loro migliori risultasti. Sono appositamente studiati per essere utilizzati con un pennello inumidito, in modo da mettere in risalto il più possibile i loro particolari pigmenti. Con cosa è possibile bagnare il pennello? Naturalmente la cosa più semplice da fare è bagnare il pennello con dell’acqua, ma non inzupparlo: meglio mettere l’acqua all’interno di uno spray e vaporizzarla sul pennello. Oltre che con l’ acqua, puoi tranquillamente spruzzare sul tuo applicatore dell’acqua termale, oppure ancora del tonico.

 

Da perlato a opaco

Quando realizzi un trucco con ombretti perlati può capitare che l’effetto ti appaia eccessivo. Ma per evitare di dover rimuovere il trucco e rifare tutto da capo, puoi semplicemente smorzare l’eccessiva brillantezza per rendere più soft e delicato il risultato finale. Come? Preleva un po’ di cipria compatta opaca con il polpastrello e tamponala delicatamente sull’ombretto: noterai subito che l’effetto perlato risulterà meno visibile e più leggero.

 

 

Articoli correlati:

No comments yet

Leave a Reply