Come preparare e conservare il tuo gel d'aloe!
Scopri l'Ebook

Come preparare e conservare il tuo gel d’aloe!

21 gen

L’aloe è una pianta davvero molto diffusa nel nostro territorio, tanto è vero che moltissime volte mi è capitato di incontrare amiche e conoscenti che l’avessero in campagna, in giardino o addirittura in balcone, senza nemmeno saperlo! E’ una pianta dalle mille proprietà, delle quali ho già discusso nell’articolo che trattava proprio dell’aloe vera in cosmesi.

preparazione e conservazione gel aloe

Quest’oggi, invece, vorrei porre maggiormente l’attenzione sul metodo di preparazione casalinga, specificando bene i passaggi che permettono di arrivare ad ottenere un buon composto che poi si conserverà (a più avanti vedremo per quanto tempo) per essere così utilizzato.

 

Preparazione e imbottigliamento

In moltissime mi chiedono consigli su come conservare al meglio il prodotto affinché non perda tutti i suoi principi attivi, ma quello che spesso sfugge è che la buona riuscita della preparazione del gel d’aole dipende moltissimo anche dalla preparazione e dall’imbottigliamento. Non capita raramente, infatti, di preparare il gel, riporlo nel contenitore e poi vedere che dopo qualche ora o il giorno successivo, sia diventato più scuro. Quando il gel diventa scuro, non è più il caso di utilizzarlo, perché vuol dire che le sostanze che contiene si sono ossidate, dunque rovinate. Il modo migliore per evitare questo è maneggiare il gel lontano dalla luce, magari di sera in una stanza poco illuminata. Una volta finito di estrarre il gel dalla foglia e frullato, lo si può riporre all’interno di una bottiglia di vetro. Anche qui ci sono dei piccoli accorgimenti di cui tenere conto: la bottiglia deve essere di vetro scuro o completamente opaca, in modo che la luce non penetri. Ma dato che capisco che non tutte abbiamo in casa bottiglie del genere, c’è un metodo semplicissimo per ovviare a questo problema: basta avvolgere una comune bottiglia di vetro trasparente con della carta alluminio, così si è sicuri che la luce non penetri.

 

Il conservante da utilizzare

Diversi sono i siti, sia italiani che esteri, dove poter acquistare conservanti naturali da aggiungere al gel d’aloe che hai fatto in casa per mantenerlo in buono stato più a lungo. Per chi non ama invece acquistare on line, non c’è nessun problema: basta andare in farmacia e chiedere dell’acido salicilico al 2% in soluzione alcolica. Le dosi sono semplicissime: basta aggiungere 10 grammi di acido salicilico per ogni litro di gel d’aloe.  Non è necessario mescolare troppo energicamente il conservante con il gel, perché si mescoleranno abbastanza facilmente.

 

Tempi di conservazione 

E veniamo quindi alla questione spinosa che riguarda i tempi di conservazione del gel d’aloe. Se si prepara il gel d’aloe come descritto sopra e lo si ripone in frigo così com’è, quindi senza conservante, il gel d’aole si conserva per 10 giorni circa: passati questi 10 giorni bisogna controllare il gel per assicurarsi che sia ancora buono (colore e odore inalterati) e consumarlo il prima possibile. Se invece hai inserito il conservante, puoi tenere il gel d’aloe in frigo per 20 giorni circa, dopo i quali, al solito, è meglio controllarne le condizioni. Ultima cosa, davvero molto importante: non pensare che congelando il gel tu possa conservarlo più a lungo! In questo modo, infatti, non si fa altro che disattivare alcuni dei più preziosi principi attivi contenuti nel gel!

 

 

8 Responses to “Come preparare e conservare il tuo gel d’aloe!”

  1. Luisa 5 febbraio 2014 at 09:39 #

    Ciao Maria Carmela(hai lo stesso nome di mia sorella :) )
    io ho 22 anni e la pelle del mio viso è mista/grassa con secchezza sulle guance e sul mento ho delle macchie post-brufoli. Ho comprato il gel d’aloe vera di equilibra, ma temo che la mia pelle odi l’aloe, perchè si secca terribilmente ! Può essere che la mia pelle non tolleri qualche sostanza?

    • Maria Carmela
      Maria Carmela 5 febbraio 2014 at 10:42 #

      Ciao :) Se l’INCI del prodotto da te utilizzato è questo “Aloe Barbadensis Leaf Juice, Xanthan Gum, Methylpropanediol, Sodium Benzoate, Potassium Sorbate, Citric Acid” è possibile, perché ad esempio il Methylpropanediol è una sostanza sintetica che può dare fastidio alla pelle (sul Biodizionario non la trovi, ma ho fatto delle ricerche e lo stesso Fabrizio Zago la indica come sostanza poco sicura da bollino rosso). Non ti resta che provare con il gel d’aloe puro o con un prodotto diverso ^_^

  2. Graziella 11 febbraio 2014 at 17:37 #

    Salve, io ho comprato una pianta di aloe vera che ha circa 50 anni. Va bene per fare il gel anche se è una pianta cosi vecchia?
    Poi volevo chiedere un’altra cosa. Se ho capito bene, estraggo il gel dalla foglia, e se voglio che si conservi più a lungo aggiungo il conservante, altrimenti va bene puro! In ogni caso posso aggiungere delle gocce di olio d’argan dentro la bottiglia in cui conservo il gel?
    grazie mille!!

    • Maria Carmela
      Maria Carmela 12 febbraio 2014 at 18:16 #

      Salve :) La pianta va benissimo, anzi più vecchia è meglio è, perché sviluppa più principi attivi! Per quanto riguarda l’olio, meglio miscelarlo al momento in cui devi utilizzarlo, perché il suo irrancidimento potrebbe rovinare tutto :)

  3. simoon 29 luglio 2014 at 17:54 #

    Ciao! ho provato a fare il gel d’ aloe estraendolo dalla pianta senza aggiungere conservanti, ma ho notato che ha un odore molto sgradevole (almeno per me 😉 cosa si potrebbe aggiungere per minimizzarlo un pò? qualche olio essenziale per esempio?

  4. anna amria 6 novembre 2015 at 23:05 #

    Buonasera….volevo chiedere se per conservare il gel d’aloe l’uniko conservante e’ l’acido salicilico in soluzione oppure va bene anche quello in polvere e se si quest’ultimo in che dosi….grazie
    ciao

  5. flavio dolce 16 settembre 2016 at 08:08 #

    BUONGIORNO
    ho provato a fare gel di aloe frullando il delle delle foglie con grappa e miele.Poi messo in frigo ma il giorno dopo e’ diventato rosa. Si e’ ossidato? devo buttarlo?
    dove ho sbagliato?

    grazie e ancora buongiorno

    • Maria Carmela
      Maria Carmela 16 settembre 2016 at 11:52 #

      Purtroppo si, si è ossidato, ti consiglio di non utilizzarlo perché non farebbe bene alla tua pelle/capelli. La prossima volta prova a mettere qualche goccia di olio d’oliva. Anche se l’ideale sarebbe consumarlo appena fatto :)

Leave a Reply