Consigli ombretto: quando un trucchetto fa la differenza!
Scopri l'Ebook

Consigli ombretto: quando un trucchetto fa la differenza!

3 set

Di consigli sull’ombretto se ne trovano tanti in giro per il web e, diciamolo, per noi non sono mai abbastanza! Ma a mio parere sono pochi quelli che fanno veramente la differenza, ovvero che semplificano realmente l’applicazione dell’ombretto con risultati degni di chi ha un po’ di esperienza con il make up!

Oggi, in questo articolo, ho raccolto alcuni consigli sull’ombretto che mi sono sembrati “degni di nota”, perché semplici, immediati e davvero utili! La premessa che faccio solitamente voglio farla anche in questo caso: infatti, così come per l’eyeliner, anche per l’ombretto vale la regola dell'”esercizio”. Più si utilizza l’ombretto, lo si applica si sfuma, più facilmente si otterranno i risultati sperati. E’ tutta questione di pratica. L’importante, naturalmente, è non esercitarsi su movimenti sbagliati! Ecco perché questi consigli possono rivelarsi utilissimi! Vediamo insieme quali sono!

 

Primer primer primer

Tra le cose che rendono un trucco non all’altezza delle nostre aspettative c’è di sicuro la resa dell’ombretto stesso. Quando scegliamo un colore, infatti, vogliamo che sia fedele al colore che vediamo sull’astuccio, ma spesso invece capita che una volta applicato non “scriva” bene e l’effetto sia slavato. Anzitutto è bene ricorrere al pennello giusto: se vuoi ottenere un effetto colore molto intenso è bene scegliere un pennello piatto o uno sfumino (di quelli che spesso si trovano nelle confezioni di ombretti, per intenderci). Altro modo è di certo quello di utilizzare l’ombretto da bagnato, soprattutto l’ombretto cotto, che si presta benissimo. Ci sono però alcuni ombretti che si rovinano se utilizzati da bagnati (lo capisci perché su prodotto si forma una sorta di “patina” come questa): allora come fare?

ombretto con e senza primer

E’ proprio in questo caso che non devi rinunciare assolutamente ad utilizzare un buon primer! Il primer, infatti, crea una base perfetta e valorizza ed intensifica molto il colore dell’ombretto, senza considerare che ne prolunga la durata! Se non vuoi utilizzare i classici primer, ormai in commercio ne esistono tanti naturali, senza quindi siliconi. Tra quelli che ho avuto modo di provare io ti consiglio Benecos e Neve make up!

 

Testa..in su!

Quando trucchi la piega dell’occhio devi fare attenzione a seguire la naturale ombra dell’occhio, in modo da ottenere una sfumatura del tutto naturale. Questo però risulta decisamente più difficile se tieni la testa rivolta verso il basso, perché in questo modo automaticamente i tuoi occhi si aprono e la palpebra mobile e quella fissa si incontrano, impedendoti di vedere bene dove applichi l’ombretto.

truccare la piega dell'occhio

Al contrario, se rivolgi la testa verso l’alto e guardi fisso lo specchio, l’occhio tenderà a ad abbassarsi e tu avrai la visuale sulla piega dell’occhio completamente libera!

 

Se hai gli occhi infossati

Se si hanno gli occhi infossati non basta tenere la testa in su: la palpebra fissa, infatti, è troppo pronunciata e ricade completamente su quella mobile.

trucco occhi infossati

Per ottenere un trucco perfetto e realizzare una sfumatura che sia ben visibile, è necessario truccare la palpebra fissa con gli occhi aperti. Come mostra l’immagine, infatti, la piega dell’occhio è talmente infossata che non risulterà visibile nessuna sfumatura quando avrai gli occhi aperti!

 

Spero che questi piccoli consigli ti siano stati utili!

 

Articoli correlati:

No comments yet

Leave a Reply