Correttore in stick: caratteristiche, applicazione e curiosità
Scopri l'Ebook

Correttore in stick: caratteristiche, applicazione e curiosità

10 gen

Il correttore in stick è sicuramente un tipo di correttore molto diffuso ed utilizzato: è apprezzato soprattutto perché è semplice da utilizzare e garantisce spesso un buon risultato.

consigli sul correttore in stick

 

Caratteristiche del correttore in stick

Ciò che lo rende uno dei cosmetici preferiti da chi ha bisogno di coprire occhiaie e difetti vari sono le sue caratteristiche: vediamone alcune.

♦  Praticità: con il correttore in stick è davvero facile stendere il prodotto sul viso. Si utilizza proprio come un rossetto: si apre l’astuccio, si gira la parte inferiore che fa fuoriuscire il prodotto e lo si stende sul viso. Inoltre puoi facilmente portarlo con te in borsa quando sai di dover ritoccare il make up durante la giornata!

♦  Coprenza: rispetto ad un correttore liquido, i correttori in stick hanno sicuramente una coprenza migliore. Quindi scegli questo genere di correttore se hai bisogno di mascherare zone con imperfezioni importanti.

♦  Durata: avendo una consistenza più corposa e densa rispetto ad un fondotinta liquido, la durata è sicuramente maggiore. I correttori liquidi, infatti, tendono a lasciar trasparire occhiaie o imperfezioni evidenti, mentre quello in stick si fissa meglio, soprattutto se sopra applichi la cipria.

 

Gli strumenti per applicare il correttore in stick

Ci sono essenzialmente tre modi per applicare il correttore in stick: direttamente dall’astuccio, con le dita oppure utilizzando un pennello. Vediamo quale preferire in base alle diverse esigenze.

♦  Dall’astuccio: questo genere di applicazione è la più veloce e semplice, ma allo stesso tempo è quello meno preciso. In questo modo, infatti, non solo è difficile centrare perfettamente punti precisi, ma rischi di applicare troppo prodotto sulla pelle ed avere un risultato pesante ed eccessivamente visibile.

♦  Con le dita: utilizzare i polpastrelli per stendere il correttore in stick è un metodo sicuramente migliore rispetto a quello precedente, perché il prodotto, venendo a contatto con il calore della pelle, si scalda, migliorando notevolmente la stesura. Puoi così controllare inoltre la quantità di prodotto che utilizzi, anche se questo metodo, come il precedente, non è adatto per eseguire correzioni in aree molto ristrette.

♦  Con un pennello: utilizzando un pennello l’applicazione risulta sicuramente più precisa. In questo caso puoi anche decidere la tipologia di pennello da adoperare: se si tratta di correggere le occhiaie punta su un pennello piatto, mentre se devi coprire acne e imperfezioni sono di sicuro più adatti quelli piccoli e dalla punta sottile.

 

Come applicare il correttore in stick

Qualsiasi sia il metodo che hai scelto, dopo aver messo il correttore nella zona interessata devi sempre sfumarlo per evitare che si noti troppo lo stacco di colore con il resto del viso. In particolare, per quanto riguarda punti piccoli come ad esempio un brufolo conviene applicare il correttore, tamponare leggermente con il polpastrello e poi riapplicare, se necessario, solo sulla parte da coprire: in questo modo i bordi sono ben sfumati ma l’inestetismo è coperto. Nel caso delle occhiaie, che rappresentano una superficie più estesa, si agisce invece direttamente con i pennelli: quindi si applica il correttore con il pennello solo sulla zona da coprire e poi si sfumano leggermente i bordi, sempre con un pennello, senza insistere più sulla parte da coprire per non eliminare la correzione eseguita in precedenza.

 

Prima o dopo il fondotinta?

In moltissime hanno questo dubbio ed in effetti ogni make up artist ha la sua tecnica. In entrambi i casi si deve prestare attenzione: se lo applichi prima, fissa sempre il correttore con una cipria, in modo che quando stendi il fondotinta sopra non vada via. Se invece lo metti dopo, preoccupati di sfumarlo bene, con le dita o con il pennello, per evitare che si notino nette differenze di colore. Personalmente preferisco il secondo metodo, perché mi permette di fissare il trucco con la cipria una sola volta, mentre nel primo caso deve essere fissato prima il correttore e poi il fondotinta, con il rischio di appesantire la zona di trucco (specialmente nel contorno occhi).

 

 

Articoli correlati:

9 Responses to “Correttore in stick: caratteristiche, applicazione e curiosità”

  1. Rossella 18 gennaio 2013 at 17:41 #

    Ciao Maria Carmela, sono una nuova lettrice del tuo utile e interessantissimo blog. Ti faccio i miei complimenti per come spieghi con estrema semplicità i tuoi post… Grazie.

    • Maria Carmela
      Maria Carmela 19 gennaio 2013 at 12:07 #

      Benvenuta Rossella e grazie mille 😀

  2. sara 21 febbraio 2013 at 17:58 #

    Ciao!! Complimenti x il tuo blog!! E’ pratico e utilissimo!
    Una domandina veloce… come correttore che colore uso x coprire i pori dilatati e i brufoletti…? grazie
    ciao ciao

    • Maria Carmela
      Maria Carmela 21 febbraio 2013 at 19:50 #

      Ciao, grazie mille! ^_^ Per i pori basta un semplice correttore beige, mentre per i brufoletti è meglio uno verde!

  3. Simonetta 17 febbraio 2014 at 19:16 #

    Ciao Maria Carmela, ti apprezzo perchè sei una professionista che usa i prodotti ecobio, la prima direi :-)
    Ti chiedo un consiglio pratico sul mio trucco della bella stagione: ho problemi di macchie solari, una bella grande al centro della fronte e simmetriche sugli zigomi e sotto il labbro inferiore. Inizio ad usare un solare 50+ quando iniziano i giorni di sole e sopra ci metto il fondo minerale (mi piace lily lolo, anche se non è molto coprente). Tuttavia, le macchie si formano comunque, certo meno evidenti. Vorrei coprirle con un correttore e sono incerta su come e quale. Avevo pensato questa soluzione: solare, dermablend sulle macchie e fondo minerale sopra. Tu che esperienza hai a proposito?
    Grazie per la tua risposta.

    • Maria Carmela
      Maria Carmela 18 febbraio 2014 at 22:28 #

      Il Dermablend copre tantissimo, ma ovviamente non è ecobio. Se questo per te non è un problema, puoi sceglierlo benissimo ^_^

  4. Simonetta 18 febbraio 2014 at 22:42 #

    Lo so..:-(, ho visto un correttore in crema ecobio couleur caramel, ma a quanto pare va bene solo per le occhiaie.
    Nemmeno il mio solare è ecobio, ma è l’unico che non mi impasta la faccia. Grazie Maria Carmela!

  5. Isame 8 dicembre 2014 at 15:25 #

    che carina che sei in quel video <3 fosse daevrvo cosec veloce truccarsi!! io ci perdo almeno mezz'ora!! ps: non sapevo che questo brand facesse anche trucchi io lo conoscevo per la pelletteria , in quanto anni fa mi hanno regalato un portafoglio di questo brand

  6. Marina 6 agosto 2016 at 12:11 #

    Ciao Carmela io ho una pelle molto chiara vorrei trovare un fondotinta adatto al mio colore, attualmente uso uno della loreal infallible 24 ore e devo dire che mi trovo bene perché è opaco, però vorrei provare altro tu cosa mi consigli ? Grazie

Leave a Reply