Make up per l'ufficio: ecco il tutorial!
Scopri l'Ebook

Make up per l’ufficio: ecco il tutorial!

19 set

Mi sono divertita molto ad ideare questo make up per l’ufficio: volevo che fosse un make up semplice e veloce, perché al mattino, si sa, si corre sempre, ma al tempo stesso molto femminile. I colori principali sono 3: il rosa, il marrone ed il nero, ed ognuno di questi colori ha un ruolo ben preciso in questo trucco!

trucco per l'ufficio

Ho scelto il rosa per illuminare lo sguardo, perché cancella la stanchezza e può aiutarti molto nelle “giornate no”! Il nero, sfumato, mi è servito per dare definizione all’occhio nella parte superiore,  così come il marrone che ho applicato nella rima inferiore. Ma capiamo meglio quando indossare questo make up per l’ufficio, per chi è adatto e soprattutto segui insieme a me gli step per poterlo riprodurre su di te!

 

Quando?

Come ho detto fino ad ora, vedo benissimo questo make up per l’ufficio, ma naturalmente può essere indossato da tutte coloro che di giorno desiderano un look più sofisticato senza però rischiare di eccedere. Va bene quindi per recarsi all’università, ad un colloquio di lavoro o per  un appuntamento importante.

 

Per chi?

I colori sono abbastanza neutri e portabili, dunque questo make up è adatto a tutte. Forse, però, il rosa potrebbe non piacere a tutte: niente paura, puoi tranquillamente sostituirlo con un ombretto champagne o beige, che si adatta molto meglio a qualsiasi colore di occhi.

Adesso passiamo alla parte pratica, ovvero come realizzare questo make up per l’ufficio armandoci di ombretti, matita e pennelli!

 

Cosa ti serve

Per riprodurre questo make up occhi per l’ufficio ti serviranno: un ombretto rosato (preferibilmente satinato), una matita nera, un ombretto marrone (anche questo satinato), un ombretto bianco, un pennello angolato, uno piatto ed uno da sfumatura, ed infine il mascara.

Inizia con l’applicare l’ombretto rosa satinato (io ho utilizzato quello della palette Benecos che ti ho presentato nell’articolo sui “Cosmetici ecobio economici“) aiutandoti con un pennello piatto. Per rendere il colore più vivo, ti consiglio di inumidire il pennello con del tonico, o meglio ancora, come ho fatto io, con un prodotto apposito, quale “Rugiada” di Neve Cosmetics. Applica l’ombretto, picchiettando il colore, solo sulla parte centrale della palpebra.

ombretto rosa palpebra mobile

Adesso è il momento della matita nera (Minerale Puro): ho fatto una riga non molto spessa partendo dall’angolo esterno fino a quasi metà occhio e poi, con l’aiuto di un pennello angolato (volutamente sporco di ombretto marrone) ho sfumato il tratto, che ho esteso anche lungo la piega dell’occhio.

matita nera

Per dare allo sguardo un tocco di luce ho scelto di sfumare l’ombretto bianco (Cocco di Neve Cosmetics) sia sotto l’arcata sopraccigliare che sull’angolo interno dell’occhio, portando il colore verso la palpebra superiore ed anche verso quella inferiore.

ombretto bianco arcata sopraccigliare

A questo punto il trucco ha bisogno di essere bilanciato anche sulla parte inferiore, ma non con un colore troppo definito come il nero: per questo ho scelto un marrone caldo satinato (Croissant di Neve Cosmetics) che dona luce all’occhio e al tempo stesso addolcisce i lineamenti.

make up per l'ufficio

Quindi, per finire, una buona passata di mascara nero (io ho utilizzato quello della Lily Lolo, il Lash Alert).

 

 

Articoli correlati:

4 Responses to “Make up per l’ufficio: ecco il tutorial!”

  1. curls&carrots 19 settembre 2014 at 13:54 #

    Ciao!!!!
    davvero carino questo makeup da giorno!!
    Molto luminoso e pratico da realizzare!!
    Passa da noi a fare un saluto se ne hai voglia
    Ecco il mio nuovo post:
    http://www.curlsandcarrots.com /2014/09/19/makeup-brown-eyes/

    Bacii!!
    Silvia

  2. Antonella 19 settembre 2014 at 15:41 #

    Sei una grande :-)
    Mi piace molto questo trucco!

  3. Rossella 19 settembre 2014 at 17:23 #

    Bellissimo e anche facile da realizzare :-)!

  4. Marta 22 settembre 2014 at 22:06 #

    Proprio bello

Leave a Reply