Matita nera e punto luce: gli abbinamenti che funzionano!
Scopri l'Ebook

Matita nera e punto luce: gli abbinamenti che funzionano!

17 set

Perché l’abbinamento matita nera e punto luce funziona? E’ un accostamento che gioca sul contrasto tra chiaro e scuro e proprio per questo motivo rende lo sguardo tridimensionale e allo stesso tempo sensuale.

matita nera e ombretto chiaro

 

Sfumature sotto l’occhio

Un modo per definire l’occhio ma al tempo stesso renderlo luminoso è quello di creare un gioco di sfumature proprio sotto l’occhio. Per farlo ti serviranno per l’appunto una matita nera ed un ombretto chiaro, per l’esattezza un color crema perlato o satinato. Per cominciare applica la matita nera non dentro l’occhio ma lungo il bordo inferiore. Se di solito incontri qualche difficoltà, ricorda di tenere la matita sempre ben temperata e di procedere come se volessi colorare i piccoli spazi tra le ciglia. Una volta fatto questo, con un pennellino sottile, sfuma bene la matita per creare un bell’effetto “smokey”. A questo punto è il momento dell’ombretto color crema: prelevane un po’ con un pennello piccolo e tondo e sfumalo delicatamente proprio sotto l’attaccatura delle ciglia. Importante, inoltre, è non lasciare “nuda” la palpebra mobile: anche quest’ultima ha bisogno di essere valorizzata. Perfetto in questo caso un ombretto dalla tonalità media, che incornici l’occhio ma senza rubare la scena alla sfumatura inferiore.

 

Linee definite

A differenza del primo make up che ti ho proposto, molto sfumato e delicato, questo è nettamente più deciso e punta a delineare l’occhio sulla parte superiore. Anche in questo caso, però, la matita deve essere ben temperata in modo che la riga risulti quanto più precisa possibile. Ed il punto luce? in questo caso il punto luce sarà rappresentato da un ombretto color avorio che applicherai sull’angolo interno dell’occhio. Per evitare di sbavare la matita nera con l’ombretto, ricorda che in questi casi è sempre meglio applicare prima l’ombretto e poi la matita, in modo da non commettere errori. Procedi così: con un pennello piatto o uno sfumino preleva l’ombretto avorio e picchiettalo proprio sull’angolo interno dell’occhio. Se vuoi ottenere un bell’effetto tridimensionale, puoi scegliere di inumidire appena il pennello prima di utilizzarlo. Quindi è la volta della matita nera. Traccia una riga netta e ben definita sul bordo della palpebra mobile: se hai gli occhi piccoli mantieni la riga piuttosto sottile, mentre se la forma del tuo occhio è regolare o tondeggiante puoi disegnare una riga più netta. Nel caso di un occhio tondo, in particolare, puoi allungare la riga per dare allo sguardo un effetto più allungato.

 

 

 

Articoli correlati:

No comments yet

Leave a Reply