Applicare la matita occhi in occhi vicini e lontani!
Scopri l'Ebook

Applicare la matita occhi in occhi vicini e lontani!

23 ago

Insieme alla tecnica che si può creare con gli ombretti, la matita occhi è di certo un’arma vincente quando si tratta di dover correggere la forma degli occhi. In questo caso particolare volevo darti qualche dritta su come applicare la matita nel caso di occhi vicini o occhi distanti!

jennifer aniston trucco occhi

 

trucco occhi lontani e viciniPrima di cominciare, però, è opportuno capire se il “problema” degli occhi vicini o lontani può effettivamente riguardarti. Come si fa, dunque, a capire se i tuoi occhi sono vicini, lontani o equidistanti tra loro? Basta fare un semplicissimo test. Immagina di prendere un tuo occhio e posizionarlo alla base del naso, proprio al centro dei due occhi. Nel caso in cui rimanesse dello spazio i tuoi occhi sono lontani, se al contrario lo spazio è troppo stretto allora vuol dire che i tuoi occhi sono vicini (come nel caso dell’attrice Jennifer Aniston). Infine, se il terzo occhio immaginario è perfettamente contenuto tra i due occhi, significa che questi sono equidistanti.

 

Matita per occhi vicini

Gli occhi troppo vicini hanno bisogno di essere “allontanati” otticamente e questo è possibile grazie al trucco. In generale si punta sempre a creare una zona più chiara sull’angolo interno dell’occhio, in quanto i colori chiari, per un semplice effetto ottico, tendono ad ampliare i punti dove vengono applicati: in questo caso la tecnica è perfetta per far risultare i due occhi più distanti tra loro. Puoi, quindi, intervenire con una matita chiara, ma anche con una matita nera e adesso vedremo come. Iniziamo dalla matita chiara: nel caso di occhi vicini preferisci sempre stendere la matita chiara, che sia bianca, beige o madreperlata, proprio sull’angolo interno dell’occhio. Un’alternativa, in base alle esigenze del trucco, può anche essere quella di applicare la matita occhi chiara sotto l’angolo interno: quest’ultimo caso è quello che consiglio di scegliere quando si vuole utilizzare anche la matita nera. La matita nera va applicata in un modo ben preciso perché altrimenti si rischia di vanificare la correzione. Ricorda di iniziare il tratto di matita lungo il bordo superiore, in corrispondenza dell’angolo interno, sempre con una linea sottile, che andrà diventando più spessa man mano che ti sposti verso l’angolo esterno. Per riuscire a realizzare una linea non troppo spessa c’è un piccolo trucchetto che puoi mettere in atto, ovvero quello di mantenere la matita in orizzontale, quindi piegata e non di punta. Procedi a piccoli tocchi e vedrai che pian piano diventerà semplicissimo!

 

Matita per occhi lontani

Al contrario di quanto detto fino ad ora, per correggere gli occhi lontani, e quindi “avvicinarli” è necessario lavorare con tonalità scure. Per questo motivo sugli occhi lontani è sempre meglio evitare di creare il punto luce sull’angolo interno dell’occhio, altrimenti si andrebbe ad enfatizzare ulteriormente la distanza. In questo caso di grande aiuto può esserti la matita nera, ma anche quella marrone (tutti i colori di occhi), blu (per occhi azzurri e castani) o verde (occhi castani), a seconda del colore dei tuoi occhi e delle tue preferenze. Stavolta la riga che parte dell’angolo interno deve essere subito spessa (naturalmente non troppo) e lo stesso puoi fare anche sotto l’angolo interno. Il problema delle matite scure o colorate vicino l’angolo interno è solitamente dato dal fatto che, a causa della naturale lacrimazione, tendano a sbavare. Puoi benissimo evitare questo spiacevole inconveniente fissando la matita con un po’ di cipria trasparente!

 

 

Articoli correlati:

No comments yet

Leave a Reply