Mettere lo smalto: mani sempre perfette
Scopri l'Ebook

Mettere lo smalto: mani sempre perfette

15 feb

Mettere lo smalto è una cosa che spesso ci manda in tilt, perché una mano poco ferma spesso ci tradisce. Allora come fare? Non rinunciare ad imparare come mettere lo smalto nel modo giusto perché le tue mani sono il tuo biglietto da visita ed è fondamentale mantenerle sempre ben curate, anche con una manicure unghie da fare comodamente in casa come dall’estetista.

come applicare lo smalto

 

Ecco, passo passo, come mettere lo smalto.

Poggia la mano: non tenere mai la mano per aria perché piccoli tremori possono farti sbagliare facilmente. Con la mano ben poggiata, invece, ti assicuri che sia ben ferma ed eviti di mettere lo smalto in modo non preciso. Le dita tra tienile quanto più distanti tra loro in modo che, essendo la mano ben aperta, puoi lavorare meglio su ogni singola unghia e mettere lo smalto sarà più semplice.

 

Stendi la base: prima di metterlo smalto è necessario dare una passata con una base che protegga l’unghia e la isoli, soprattutto se utilizzi smalti scuri e molto densi. Il rischio infatti è quello di danneggiare l’unghia, che può anche restare macchiata dal colore che applichi.

 

Applica uno strato: adesso arriva il momento di vedere come mettere lo smalto. Il metodo migliore è sempre quello di partire con una striscia al centro, dalla base fino alla punta dell’unghia. Subito dopo, poi, procedi completando la passata prima da un lato e poi dall’altro. Dopo aver creato questa prima base, lascia asciugare per qualche minuto e poi procedi stendendo il secondo strato, essenziale se stai adoperando uno smalto colorato, facoltativo se decidi di stendere un semplice smalto trasparente. Non dimenticare che quando devi mettere lo smalto anche la mano che lo applica deve essere sempre poggiata per evitare che eventuali tremori possano rovinare il tutto.

 

Lascia asciugare: una volta che anche il secondo strato è ben asciutto, sopra va applicato ancora un altro prodotto, che serve a sigillare, fissare e rendere più resistente lo smalto che hai applicato sotto. Puoi scegliere di applicare un prodotto specifico detto “Top Coat”, oppure stendere la base trasparente che avete messo all’inizio.

 

 

Smalto e rossetto 

rossetti e smalto abbinamento

Non esistono regole specifiche sull’accoppiamento di smalto e rossetto, ma di certo bisogna rispettare almeno l’armonia tra le varie gamme di colori. Non è richiesto che smalto e rossetto debbano avere lo stesso colore, anche perché spesso il total look non è molto gradito. Ma devi stare anche attenta a non scegliere tonalità troppo discordanti tra di loro: se ti capita ad esempio di voler indossare dei colori di rossetto sul fucsia non mettere lo smalto arancio e viceversa, dato che il fucsia appartiene alla gamma dei colori freddi e l’arancio a quella dei colori caldi. L’ideale a questo punto è giocare con i colori ma in maniera bilanciata: se il tuo rossetto è fucsia, per lo smalto puoi ad esempio puntare su una tonalità più o meno intensa del rosa o del fucsia. Per ovviare a questo problema scegli tonalità più neutre e chiare, che magari abbiano dei riflessi in tinta con il tuo rossetto, per un risultato più chic.

 

Qualche consiglio in più su come mettere lo smalto:

  • Non cedere alla tentazione di applicare più di due strati di smalto colorato. Davvero pochi sono i colori che potrebbero richiedere tre strati, come quelli che lasciano scie biancastre e un colore poco omogeneo. Ricorda comunque di farlo asciugare molto bene per evitare questo inconveniente.
  • Se hai le unghie molto lunghe e quando applichi lo smalto vedi che non arriva ben denso e uniforme fino alla punta non fare l’errore di prendere una quantità maggiore di prodotto. Fai così: stendi un pò di smalto prima solo sulle punte e poi prosegui normalmente a mettere lo smalto. Così quando arriverai in punta il colore risulterà omogeneo.
  • Scegli sempre con attenzione il colore del tuo smalto in relazione anche alla diversa forma che hanno, come spiegato nell’articolo “Mani: le cure e le diverse forme“.

 

 

Articoli correlati:

No comments yet

Leave a Reply