Primer colorati: come sceglierli bene!
Scopri l'Ebook

Primer colorati: come sceglierli bene!

19 mar

Di primer ne esistono davvero di tanti tipi, soprattutto per quanto riguarda il viso: puoi trovare quelli che nascondono i pori dilatati o che illuminano l’incarnato e così via. In principio i primer viso erano tutti trasparenti, ma adesso, proprio come succede con i correttori, è possibile anche trovare in commercio primer colorati!

primer viso colorati

Dato che ogni colore ha un ruolo ben preciso, è essenziale conoscere bene quale funzione abbia ciascuno di loro, in modo da evitare di acquistare quello sbagliato, che anziché migliorare il tuo aspetto, lo peggiorano. La cosa da sottolineare è che questi primer non colorano il viso come spesso si pensa: una volta spalmati sono quasi trasparenti. Il loro scopo, infatti, è quello di dare alla pelle un leggerissimo tocco di colore per correggere le imperfezioni che vedremo tra poco.

 

Primer verde

Se soffri di couperose o rossori diffusi, macchie evidenti da cicatrici acneiche o acne (rosacea), allora il primer che dovresti utilizzare è quello di colore verde. Il verde, infatti, se sovrapposto al rosso, ne attenua il colore non perché lo copre, ma bensì perché lo annulla.

 

Primer rosa e lilla

Questi sono i colori che aiutano più di tutti a contrastare il colorito grigio e opaco delle pelli spente. Il rosa, nello specifico, riesce ad illuminare la carnagione, mentre i colori che tendono più al lilla sono utili per contrastare le sfumature giallognole delle pelli dal sottotono caldo, anche le più scure.

 

Primer aranciato

I primer che hanno tonalità pesca/bronzo fanno parte dei primer aranciati. Quelli più delicati, che si avvicinano quindi al color pesca, sono più indicati per le carnagioni che vogliono dare un aspetto sano alla pelle: sono perfetti quindi per le carnagioni chiare, alle quali basta giusto un tocco di colore per acquistare subito un aspetto più vitale. Le tonalità più scure, invece, quelle che quindi tendono maggiormente al bronzo o caramello, sono più adatte alle pelli medio scure ed hanno lo scopo di dare alla pelle un effetto tintarella. In particolare, sulle pelli scure, questi primer ne valorizzano moltissimo il sottotono caldo/dorato.

 

Questi che hai visto sono i colori principali che puoi trovare in commercio, ma ne esistono anche altri, un po’ più particolari, che possono aiutarti a nascondere le piccole imperfezioni della pelle. Ad esempio un primer azzurro è perfetto per dare luminosità alle pelli chiare, mentre con un primer giallo si schiariscono le carnagioni scure .

 

E per gli occhi?

primer colorati occhi

Abbiamo fino ad ora elencato tutti i colori di primer adatti al viso. E per quanto riguarda i primer occhi? Beh, in questi casi non c’è bisogno di coprire particolari imperfezioni come accade per il viso, ma nonostante questo ci sono diverse sfumature che possono dare ad uno stesso ombretto effetti diversi. Ad esempio, oltre ai primer neutri, esistono primer dalla finitura (in inglese finish) dorata perlata, altri dal finish opaco e altri ancora che hanno un effetto perlato delicato, a metà strada tra questi due ultimi esempi.

 

 

Articoli correlati:

One Response to “Primer colorati: come sceglierli bene!”

  1. Claudia 2 agosto 2016 at 21:16 #

    Ciao ! Bellissimo sito! Davvero utile . Volevo chiederti se conosci un primer colorato viola senza ingredienti dannosi per la mia pelle olivastra.

Leave a Reply