Quanto dura veramente il tuo smalto?
Scopri l'Ebook

Quanto dura veramente il tuo smalto?

9 set

Come forse saprai, tutti i cosmetici, per essere completamente a norma di legge, devono rispettare alcune regole fondamentali che riguardano i simboli sull’etichetta dei cosmetici: tra questi simboli quello che di sicuro deve attirare sempre la tua attenzione è quel piccolo barattolino che simboleggia il PAO, ovvero il periodo dopo l’apertura del prodotto nel quale esso è considerato ancora sicuro. Tant’è vero che all’interno o a fianco trovi sempre un numero seguito da un M che sta per “mesi”: quindi 6M vorrà dire sei mesi, 24M significherà ventiquattro mesi e così via. In particolare su di uno smalto puoi trovare una durata che va dai 24 ai 36 mesi.

informazioni sulla scadenza dello smalto

 

Perché parliamo dello smalto?

La legge che obbliga a mettere sulle confezioni il simbolo PAO del barattolino deve essere applicata a tutti i cosmetici, ma sembra ormai quasi certo che chi si è occupato della faccenda non abbia tenuto in conto il caso degli smalti, che rientrano effettivamente nella categoria dei cosmetici ma che non avrebbero bisogno in realtà di questa dicitura. Per spiegare meglio il perché ricorro alle parole del Direttore del settore di Ricerca e Sviluppo di O.P.I. Products, che afferma: “Segnalare sulla confezione del prodotto per quanto tempo esso può essere utilizzato senza che vi siano rischi di nessun genere è utile ed assolutamente necessario per la maggior parte dei prodotti, soprattutto mascara, eyeliner liquidi, matite e così via, ma è piuttosto insignificante per uno smalto. Uno smalto, infatti, non ‘va a male’ perché al suo interno non può ospitare batteri nocivi, dato che le sostanze che contiene sono un ambiente decisamente ostile per la loro crescita. Anni di ricerche ci hanno mostrato come batteri appositamente impiantati all’interno di uno smalto non sopravvivano affatto. ”

 

Perché allora il simbolo PAO lo ritroviamo anche sugli smalti?

“La questione è puramente formale”, continua il Direttore di O.P.I: “Fondamentalmente l’Unione Europea è sempre molto diffidente riguardo a queste questioni. Da una parte c’è il rischio che sperimentando ingredienti sempre nuovi questi possano invece favorire la crescita dei batteri, dall’altra c’è la paura di rischiare di non tutelare abbastanza la salute del consumatore: nel dubbio, quindi, si sceglie sempre la via più sicura“.

 

Lo smalto non scade, ma “invecchia”

Come tutte le cose, se non mantenuto in buono stato, lo smalto invecchia e diventa così inutilizzabile. Può però durare anche per moltissimo tempo: le regole fondamentali sono essenzialmente due. Ovvero quelle di:

♦  Non lasciare mai aperto l’astuccio per troppo tempo.

♦  Pulire con un semplice dischetto di cotone imbevuto di solvente il collo della boccettina, in modo che quando lo richiudi non eserciti troppa forza e non rimangano spazi vuoti dai quali entri aria.

Ma si sa, dopo un certo periodo lo smalto inizia ad ammassarsi e diventare difficile da stendere e la colpa è proprio dell’aria: la formulazione dello smalto, infatti, comprende sostanze che a contatto con l’aria si volatilizzano facilmente, lasciando all’interno dell’astuccio un prodotto molto denso e pastoso. Come rimediare? Dimentica l’idea di aggiungere del solvente! Il solvente, infatti, per sua natura, ha la funzione di sciogliere lo smalto e dopo poco ti ritroverai con un prodotto non più utilizzabile. Meglio ricorrere invece ad un diluente: questa tipologia di prodotti, invece, hanno al loro interno proprio le sostanze che sono evaporate dal tuo smalto. Inseriscine qualche goccia e fai man mano delle prove per vedere se la densità è quella giusta. Non preoccuparti se scuotendolo si formano delle bolle, perché dopo poco se ne andranno via: in ogni caso, se hai bisogno di utilizzarlo subito, prendi lo smalto tra le mani e sfregalo. Riavrai il tuo smalto preferito come nuovo!

 

 

 

Articoli correlati:

One Response to “Quanto dura veramente il tuo smalto?”

  1. anna 30 gennaio 2013 at 11:55 #

    Io di solito quando gli smalti non sono più liquidi, riempio una pentolina con l acqua e immergo lo smalto ma non del tutto e lo riscaldo, torna come nuovo!

Leave a Reply