Ritenzione idrica e sale: I sintomi, le cause e i rimedi
Scopri l'Ebook

Ritenzione idrica e sale: i sintomi, le cause e i rimedi

30 nov

Il termine medico ritenzione idrica, che comunemente sentiamo dire, indica quel particolare disturbo che causa una cattiva espulsione di liquidi dal corpo: molte persone ne soffrono, specialmente le donne.

proprietà del sale e cellulite

I sintomi della ritenzione idrica

Chi di noi ne soffre, sa molto bene quali sono i sintomi della ritenzione idrica che si accompagnano di frequente a questo disturbo. Sentiamo le gambe gonfie e doloranti, manteniamo a fatica la stessa posizione a lungo. E’ un problema che affligge molte, di diverse età e peso corporeo. Ma se per chi ha ormai superato abbondantemente gli “anta” la ritenzione idrica può essere causata da una variazione nell’equilibrio ormonale e del metabolismo corporeo in generale, per le più giovani avere la ritenzione idrica significa dover ricercare alla base delle cause ben precise. Così come se ci troviamo in presenza di un soggetto in sovrappeso, una delle cause principali deve sicuramente essere l’eccessiva presenza di grasso corporeo.

 

Le cause della ritenzione idrica

Le cause più frequenti che portano alla comparsa di ritenzione idrica sono prima di tutto uno stile di vita sbagliato: da evitare assolutamente vizi quali fumo, alcolici e bibite zuccherate. Attenzione a non indossare indumenti troppo attillati, specialmente se sappiamo di doverli sopportare per lungo tempo. Stessa regola vale per le scarpe alte: al bando i tacchi indossati per intere giornate.

Per ultimo, ma non meno importante l’utilizzo del sale a tavola: per la sua natura chimica infatti questo composto tende a richiamare acqua a se, non permettendo così al corpo di eliminarla attraverso le urine. Quindi dobbiamo cercare di limitare il più possibile sale e alimenti salati, e aumentare l’utilizzo di spezie per insaporire i nostri piatti.

Ma dato che, come abbiamo detto, il sale ha il potere di richiamare acqua, possiamo tranquillamente utilizzare questa sua caratteristica a nostro favore in modo molto semplice. Uno dei rimedi per la ritenzione idrica è quello di mettere del sale sulla pelle e lasciarlo agire per qualche tempo: il sale richiamerà così l’acqua e i liquidi in eccesso (e quindi anche le tossine e i prodotti di scarto che si formano nell’organismo) al di fuori del nostro corpo.

 

Puoi fare anche da te!

Molti centri benessere propongono questo tipo di trattamenti per la ritenzione idrica, ma il consiglio è quello di sperimentarlo direttamente in casa! E’ semplicissimo: prendi una manciata di sale grosso e mescolalo ad una crema, la più densa che hai in casa (anche la tua abituale crema corpo, basta che non sia troppo liquida). Poi applicala su gambe, cosce e  glutei, che solitamente sono le zone più colpite. Ricopri il tutto con pellicola trasparente e attendi 30-45 minuti. Quando avrai tolto la pellicola ti accorgerai che la tua pelle risulta molto umida, come se ci fosse dell’acqua: ecco, quella è la prova che il trattamento ha funzionato! Ripetilo inizialmente 2 volte a settimana per 2 settimane, e poi procedi solo con un trattamento a settimana.

Ricorda però di reintegrare i sali minerali persi con tanta acqua, e di idratare bene la pelle a fine trattamento, altrimenti la tua pelle apparirà secca e opaca!

 

 

3 Responses to “Ritenzione idrica e sale: i sintomi, le cause e i rimedi”

  1. Angela 4 dicembre 2011 at 12:56 #

    Mi piace…oggi proverò!

    • Mary 4 dicembre 2011 at 14:01 #

      Fammi sapere i risultati!

      Ricorda che è importante mantenere il trattamento per 30-45 minuti. Non di meno.

      A presto :)

  2. ayshemaria 27 agosto 2013 at 16:05 #

    non è il sale a trattenere liquidi bensì i carboidrati che agiscono da spugna,0 carboidrati,no gonfiore!

Leave a Reply