Tonico per capelli: cos'è e come si utilizza
Scopri l'Ebook

Tonico per capelli: cos’è e come si utilizza

11 ott

Si sente spesso parlare di tonico per il viso ma raramente di tonico per capelli: è un prodotto che in passato era molto utilizzato per garantire una buona piega, ma che adesso è stato ampiamente sostituito da mousse, gel e lacche. Adesso il suo utilizzo è maggiormente finalizzato a mantenere i capelli in salute più che a garantire uno styling impeccabile.

lozione tonica per capelli utilizzo

 

Cos’è e a cosa serve

E’ un aiuto extra che si da ai capelli quando questi appaiono particolarmente stressati, spenti o poco vitali. Queste sono le caratteristiche generali, ma poi nello specifico ogni tonico per capelli ha una sua funzione particolare (un po’ come tutti gli shampoo lavano i capelli ma poi ci sono shampoo antiforfora, anticaduta e così via). In commercio puoi trovare tonico per capelli adatto ai capelli grassi, per combattere la caduta dei capelli, per remineralizzare il cuoio capelluto, contrastare la forfora o dare volume e sostegno ai capelli sottili. Solitamente un tonico per capelli possiede una formulazione a base di estratti vegetali e oli essenziali che non aggrediscono il cuoio capelluto a agiscono quindi naturalmente.

 

Come si utilizza 

Solitamente il tonico per capelli va applicato su diversi punti della cute e massaggiato con un batuffolo di cotone o con le dita stesse. Non va risciacquato, perché i principi attivi devono avere il tempo di penetrare all’interno del cuoio capelluto ed agire: per questo motivo questo genere di prodotti si applicano solitamente dopo lo shampoo, a capelli umidi o asciutti. Dato che non c’è risciacquo è sempre bene non abbondare, altrimenti si rischia di appesantire i capelli e sporcarli.

 

Dove trovarlo

Personalmente fino ad ora ho provato solo un tonico per capelli e l’ho trovato all’Erbolario: è a base di ortica ed ha la funzione di dare volume e lucentezza ai capelli. L’odore non è molto forte, cosa essenziale dato che il prodotto non si risciacqua: in ogni caso, se quello che utilizzi ha una profumazione troppo intensa non molto gradevole, puoi frizionarlo sul cuoio capelluto una o due ore prima dello shampoo in modo da dare tempo al prodotto di agire. Tornando alla lozione dell’Erbolario, ho notato un leggero miglioramento ma nulla fuori dal normale. Di buono c’è che ha una formulazione non troppo alcolica, quindi molto delicata anche con le pelli più sensibili. Un altro tonico che ti segnalo è quello Weleda, Lozione Rivitalizzante Capelli al Rosmarino (si trova nei negozi bio o sul sito www.ecco-verde.it): questo contiene molto alcool, ma l’azienda specifica che proviene solo da grano biologico coltivato in Italia. Non l’ho provato e non so se, nonostante questo particolare, il prodotto sia di buona qualità: se l’hai già testato fammi sapere come ti sei trovata!

 

 

Articoli correlati:

One Response to “Tonico per capelli: cos’è e come si utilizza”

  1. elisa 11 giugno 2014 at 09:40 #

    Ciao carissima, complimenti per il sito, molto interessante! Io ho provato la lozione della weleda al rosmarino in un momento in cui perdevo molti capelli, in questo caso la cosa migliore la fare è purificare il cuoio capelluto e l alcool presente nella lozione è quello che ci voleva almeno nel mio caso, quindi concludendo mi sono trovata benissimo, basta mettere qualche goccia direttamente sul cuoio capello e poi massaggiare bene per qualche minuto, non sporca per nulla i capelli, l unica cosa di cui avrei da dire è il packagin, si presenta con un piccola apertura per far cadere dolcemente il prodotto, questo ti permette di applicarlo direttamente sulla testa, ma io avrei preferito un applicatore spray che in caso di tonico per capelli ritengo sia il più comodo.

Leave a Reply