Trucco occhi incavati: ritrova uno sguardo luminoso!
Scopri l'Ebook

Trucco occhi incavati: ritrova uno sguardo luminoso!

1 lug

Gli occhi incavati hanno la particolarità di lasciare davvero poco spazio alla palpebra mobile, perché quella fissa tende a cadere su di essa, nascondendola. Con una forma degli occhi particolare come questa il trucco non deve essere mai lasciato al caso: basta sbagliare tonalità di ombretto o scegliere il finish sbagliato, che si rischia di accentuare l’occhio incavato ed ottenere così uno sguardo dall’aria stanca e pesante.

make up occhi incavati

Per non commettere questi errori ecco qui di seguito qualche consiglio su come curare il make up in questi casi, per non escludere nessun aspetto, sopracciglia e acconciatura compresi! (Per il tutorial di questo make up vai all’articolo sul make up di Kate Hudson).

 

Cura le sopracciglia

Sopracciglia poco definite o disordinate non ti aiutano di certo a dare forza allo sguardo. Per questo motivo è sempre bene non trascurarle, specialmente se sono chiare o poco visibili. Per prima cosa pettinale per vedere dove è necessario intervenire: quindi, con una matita per sopracciglia oppure un ombretto della stessa tonalità riempi i vuoti che a volte ci sono tra i peletti e dai una forma “ad ala di gabbiano”. Perché questa forma? E’ quella che più di tutte tende ad “alzare” l’occhio e farlo apparire meno incavato. Altra cosa che puoi fare per valorizzare l’occhio intervenendo sulle sopracciglia è quella di ripulire anche i pelletti in eccesso che crescono sopra di esse: senza la loro ombra scura, anche se leggera, l’occhio appare subito più luminoso senza neanche aver applicato ancora nessun cosmetico.

 

Punta sul chiaroscuro

Il chiaroscuro è la tecnica che si utilizza nel make up per bilanciare le proporzioni, nascondendo le zone da camuffare e mettendo il luce quelle da valorizzare. Per mettere in pratica questa tecnica avrai bisogno di adoperare ombretti di diversi colori, chiari e scuri appunto. Ricorda sempre che gli ombretti chiari tendono ad ingrandire le zone in cui vengono applicati, mentre quelli scuri le rimpiccioliscono. Lo stesso principio vale per gli ombretti perlati e quelli opachi: i primi ingrandiscono, i secondi rimpiccioliscono. Alla luce di queste considerazioni puoi benissimo dosare il make up per i tuoi occhi incavati in questo modo:

♦  per la palpebra mobile: questa è la parte più nascosta dell’occhio che va quindi ampliata. Per farlo utilizza sempre ombretti chiari e perlati. Di giorno, per non rischiare di esagerare, meglio optare per ombretti satinati: danno più o meno la stessa luminosità di quelli perlati, ma non sono troppo appariscenti come questi ultimi.

♦  per la palpebra fissa: ampia o piccola che sia, è pur sempre una zona che sporge eccessivamente sopra la palpebra mobile. Qui è meglio utilizzare ombretti dalle tonalità medie (non troppo chiari per non mettere troppo in evidenza la zona ma neanche troppo scuri per non dare l’effetto “occhi pesti”). Inoltre, preferisci sempre gli opachi ai perlati.

♦  sotto l’occhio: qui puoi scegliere se rendere il trucco molto luminoso con un ombretto perlato oppure dare maggiore definizione con un ombretto scuro e opaco.

♦  sull’arcata sopraccigliare: va sempre sfumato un ombretto chiaro, che sia perlato, satinato o opaco. L’importante è non esagerare nella quantità e mantenersi sempre lungo una zona ristretta per non attirare l’attenzione sulla palpebra fissa.

 

Occhio all’acconciatura

Sapevi che anche l’acconciatura può influire molto sul tuo sguardo? Tenere i capelli lisci lungo il viso tende ad “appiattire” l’occhio e far sembrare più cadente la palpebra fissa. Specialmente nelle occasioni speciali, raccogli i capelli, che una volta messi in tensione creeranno un leggero “effetto lifting” che alza la palpebra. Se invece vuoi tenerli sciolti, opta per un look più morbido e meno piatto, semplicemente arricciando i capelli.

 

 

 

Articoli correlati:

No comments yet

Leave a Reply