Truccarsi con le dita: i consigli per una buona riuscita!
Scopri l'Ebook

Truccarsi con le dita: i consigli per una buona riuscita!

1 set

I make up artist utilizzano sempre tanti pennelli, ma spesso più per una questione igienica che di praticità. In moltissimi, infatti, preferiscono applicare e sfumare gli ombretti utilizzando le dita. A differenza di molti pennelli, che sono adatti solo alle polveri o solo ai prodotti in crema, le dita sono un validissimo aiuto per stendere entrambi le formulazioni senza nessun problema.

come truccarsi con le dita

D’altro canto prima che i pennelli invadessero il mondo del make up, i primi strumenti erano proprio le dita!

 

Meglio o peggio dei pennelli?

Non è sempre meglio utilizzare i pennelli o sempre meglio utilizzare le dita: diciamo che entrambi hanno pro e contro. Ad esempio, un grande vantaggio che si ha applicando gli ombretti con le dita è che il calore delle mani scalda i pigmenti in essi contenuti rendendo il colore decisamente più intenso. Dall’altro lato, però, le dita non sono un grande strumento di precisione: è ovvio che se le sfumature devono essere piuttosto strette e non ampie o le righe devono risultare precise, allora è meglio rivolgersi ad un pennello.

 

Come procedere

Non bisogna però improvvisare: anche per utilizzare le dita ci sono delle piccole regole da sapere per poter ottenere buoni risultati.

♦  Indice: personalmente utilizzo spesso il dito indice per sfumare le matite. Un esempio di make up che può essere realizzato utilizzando il dito indice per sfumare consiste nel tracciare una riga di matita lungo il bordo superiore ed inferiore dell’occhio per poi sfumarla con l’indice appunto.

♦  Medio: è il dito più grande, dunque è meglio riservarlo per le aree più grandi dell’occhio e per creare sfumature ampie. Nel primo caso preleva l’ombretto e applicalo sulla palpebra mobile, avendo cura di non superare troppo il margine delineato dalla piega dell’occhio. Se invece il tuo intento è quello di ottenere una sfumatura ampia e leggera, applica il colore lungo la piega dell’occhio e poi sfumalo sempre con il dito medio. Quest’ultima tecnica la consiglio soprattutto a chi ha una palpebra fissa ampia.

♦  Anulare: è il dito migliore per applicare il make up perché è quello che esercita la giusta pressione. Per questo motivo è adatto a stendere il correttore sotto gli occhi: così eviti di stressare eccessivamente questa zona del viso, molto sensibile e delicata e che tende a segnarsi subito.

♦  Mignolo: essendo il dito più piccolo è perfetto per i lavori di precisione. In particolar modo per stendere ombretti chiari sull’angolo interno dell’occhio, in modo da dare un punto luce all’occhio. Ma il mignolo può anche essere un ottimo alleato per creare, al contrario, delle ombre più scure: preleva un po’ di ombretto dal colore intenso, picchiettalo sull’angolo esterno e sfumalo con l’anulare.

 

Qualche accorgimento in più riguardo al truccarsi con le dita:

  • Come devi avere cura di lavare spesso i pennelli per il trucco, anche le tue mani devono essere pulite: ricorda sempre di lavarle bene prima di procedere al trucco.
  • Se le tue mani sono secche avrai difficoltà a sfumare bene l’ombretto o applicare il correttore: quando succede ammorbidiscile con della semplice crema idratante, lasciandola assorbire bene. Dopo puoi iniziare a truccarti.

 

 

Articoli correlati:

One Response to “Truccarsi con le dita: i consigli per una buona riuscita!”

  1. Laura Barocci 26 novembre 2015 at 09:55 #

    Grazie per i tuoi preziosi consigli…
    :)

Leave a Reply