Fondotinta coprente: tutti i consigli utili per sceglierlo bene
Scopri l'Ebook

Fondotinta coprente: tutti i consigli utili per sceglierlo bene

20 mag

Il fondotinta coprente nasce per rispondere all’esigenza di tantissime donne che desiderano coprire qualche difetto sul viso più evidente, come macchie, brufoli, rossori e così via. Chi ha piccole imperfezioni lo sa benissimo: uscire di casa sapendo che l’attenzione di chi parla possa cadere sulla tua pelle imperfetta non ti fa proprio sentire a tuo agio. Da qui la continua ricerca di un fondotinta coprente che sia capace di far apparire la tua pelle quanto più omogenea possibile, dandole un aspetto uniforme e privo di qualsiasi difetto.

le caratteristiche del fondotinta coprente

 

Qual è la differenza tra un fondotinta coprente e un normale fondotinta?

La formulazione di un fondotinta coprente è leggermente diversa rispetto a quella di un normale fondotinta e il segreto sta nella quantità di pigmenti presenti nel prodotto. Infatti la coprenza di un fondotinta è proprio dovuta al fatto che contenga più o meno pigmenti, ovvero le particelle di colore che si spalmano sulla pelle dandole un colorito omogeneo. Pensa che in un fondotinta coprente puoi  trovare fino al 25% in più di pigmenti rispetto ad un normale fondotinta.

 

 

I fondotinta coprenti non sono tutti uguali

Forse ti sarai accorta che tra un normale fondotinta e un fondotinta coprente ci sono diversi livelli di coprenza: infatti sulle confezioni dei fondotinta puoi trovare le diciture “leggera coprenza”, “media coprenza” o “alta coprenza”. Queste frasi e altre simili stanno ad indicare che puoi scegliere che grado di copertura desideri per il tuo viso: naturalmente per stabilirlo c’è bisogno ce tu analizzi bene la tua pelle per poi scegliere il fondotinta coprente ideale per le tue esigenze.

♦  Leggera: se hai solo qualche piccolo rossore non molto accentuato e hai bisogno solo di rendere leggermente più uniforme il colore della tua pelle, allora un fondotinta coprente leggero  è quello più adatta a te.

♦  Media: un a coprenza media è da preferire nel caso in cui il tuo problema riguardi anche qualche piccola macchia che può essere facilmente coperta.

♦  Alta: se decidi di scegliere un fondotinta coprente che abbia un grado di copertura abbastanza alto vuol dire che hai bisogno di rendere meno visibili rossori importanti, cicatrici dovute all’acne, macchie e brufoli.

 

 

La scelta del fondotinta coprente

Oltre a definire il grado di coprenza di cui si ha bisogno, è importante, se non fondamentale, scegliere anche il tipo di fondotinta coprente in base alla propria pelle.

♦  Pelle grassa: se la tua pelle tende a diventare lucida nel corso delle ore e sei continuamente costretta a fare piccoli ritocchi al trucco, allora evita i fondotinta troppo cremosi, inclusi quelli fluidi, in stick e colati. Preferisci di gran lunga un fondotinta coprente compatto, che grazie alle sue polveri mantiene la tua pelle asciutta e uniforme per molto più tempo.

♦  Pelle secca e sensibile: per questa tipologia di pelle, invece, c’è bisogno di un prodotto che non solo aggiunga idratazione, ma che abbia anche una formulazione che rimanga morbida sulla pelle, per evitare la comparsa di chiazze dovute a zone particolarmente grasse del viso. Per questo motivo puoi benissimo rivolgerti ad un fondotinta coprente che abbia una consistenza cremosa, come appunto quelli fluidi, in crema, colati o in stick.

 

 

E se non trovassi un fondotinta coprente?

Se ti trovi in un negozio e magari non hanno a disposizione un fondotinta coprente, la soluzione c’è. In generale i tipi di fondotinta che offrono già di base una buona coprenza per il modo in cui vengono formulati sono essenzialmente tre, e puoi sceglierli se per caso non ti capita di trovarne uno che riporti espressamente la dicitura “coprente”.

♦  In crema: la maggiore consistenza rispetto ad esempio ad un fondotinta fluido rende questo prodotto più adatto a coprire eventuali inestetismi presenti, perché si spalma bene sul viso facendo aderire perfettamente i pigmenti colorati sulla pelle. Per pelli secche e sensibili.

♦  Compatto: applicato con la spugnetta ti garantisce un incarnato molto uniforme, lasciando sul viso la sensazione di pelle vellutata al tatto. Per pelli grasse.

♦  In stick: applicalo direttamente dallo stick a tratti sul viso e poi sfumalo con una spugnetta in modo uniforme. Per pelli da normali a secche.

 

 

Articoli correlati:

3 Responses to “Fondotinta coprente: tutti i consigli utili per sceglierlo bene”

  1. Gabry 5 settembre 2013 at 14:10 #

    Scusa, ma io ho la pelle con tante imperfezioni (brufoli, macchie) e cadaverica con sottotono freddo. Che fondotinta mi consigli? Va bene il fondotinta kiko all day mat?

    • Maria Carmela
      Maria Carmela 12 settembre 2013 at 13:52 #

      Specialmente a chi ha imperfezioni consiglio i fondotinta minerali che lasciano respirare la pelle! Perfetto quello di Neve Cosmetics che è anche molto coprente 😉

  2. milly 28 dicembre 2014 at 00:24 #

    Ciao, io ho un problema col scegliere il fondotinta giusto per il mio incarnato. All’inizio prendevo sempre dei fondotinta scuri perche avevo delle occhiaie terribili mentre da qualche mese ho iniziato a prendere dei toni che all’inizio mi sembravano giusti per il mio incarnato però quando li mettevo mi facevano tutta rossa in faccia.
    Ho la pelle chiara, però non ho proprio idea di che tonalità e che numero (di solito prendo o il 2 o il 3 )prendere a questo punto.
    Poi avendo anche i bruffoli rossi, sempre con le occhiaie ( che son diventate la mia giornata quotidiana perche non c’e verso di farle sparire) non so più come fare. Consigli?

Leave a Reply