Scegliere il fondotinta: come capisco se non fa per me?
Scopri l'Ebook

Scegliere il fondotinta: come capisco se non fa per me?

6 nov

Questo articolo lo dedico in particolar modo a tutte coloro che hanno da poco cominciato a truccarsi. Uno degli ostacoli, se così lo vogliamo chiamare, da superare è senza dubbio la scelta del fondotinta. Può capitare infatti, soprattutto all’inizio, di scegliere un fondotinta non adatto alla propria pelle. Come si fa a capirlo? Questa è la domanda che spesso mi viene posta, così ho deciso di fare un po’ di chiarezza ed elencare quali sono tutti i “campanelli d’allarme” da captare, che ti fanno capire se il fondotinta che hai scelto va bene per te o è il caso di cambiarlo!

la scelta del tipo di fondotinta

 

La pelle diventa lucida o tira

Questo problema viene spesso riscontrato da chi ha la pelle mista o grassa: quando si applica il fondotinta sembra tutto perfetto, ma dopo un po’, solitamente un paio di ore o tre, sul viso inizia a comparire quell’antiestetica untuosità che rende lucida la superficie della pelle. Ma anche chi ha una pelle normale può avere questo problema, se il fondotinta scelto è troppo cremoso o specifico per le pelli secche (e dunque molto nutriente). Al contrario, chi ha la pelle tendenzialmente secca può notare, dopo alcune ore dall’applicazione del fondotinta, che la superficie dell’epidermide è screpolata e arida: oltre a questo si avverte anche una sensazione di disagio, perché la pelle tira ad ogni movimento facciale. In questo caso il problema sta nel fatto di aver scelto un fondotinta che asciuga troppo la pelle (solitamente hanno questo effetto quelli in polvere).

 

Sento la pelle pizzicare

Sentire la pelle che pizzica è un importante campanello d’allarme. Quando stendi il fondotinta la sensazione deve essere esclusivamente quella di aver applicato un prodotto che dona comfort alla pelle: non devi avvertirlo sotto le mani quando le passi sul viso, né tanto meno sulla pelle devono comparire rossori diffusi o localizzati. Se questo accade vuol dire che il fondotinta che hai acquistato non è di buona qualità oppure che al suo interno sono contenuti ingredienti ai quali sei allergica o che la tua pelle non tollera. Se dovesse capitarti una cosa del genere, la prima cosa da fare è rimuovere il fondotinta e acquistarne un altro, possibilmente naturale.

 

Dopo un po’ vedo comparire brufoli e imperfezioni

Questo è un problema che moltissime hanno e che moltissime non immaginano possa dipendere da un fondotinta sbagliato. I fondotinta classici, infatti, possiedono una gran quantità di siliconi e paraffine, che non fanno altro che chiudere i pori della pelle senza farla respirare. Davvero tante ragazze, me compresa, hanno notato una differenza abissale quando sono passate al make up minerale o naturale. la cosa migliore è quindi accertarsi di utilizzare prodotti privi di queste sostanze, compresi latte detergente e creme, in modo da lasciare respirare la pelle!

 

Se si arriva alla conclusione che il fondotinta non è quello giusto, cosa fare del prodotto che rimane? Puoi riciclare il fondotinta in crema mescolandolo in piccola parte ad ombretti o matite ed ottenere basi per l’ombretto in crema, oppure puoi unire il fondotinta in polvere ad una crema nutriente e creare così la tua personalissima BB Cream! Se invece quello che non va è il colore, scopri nell’articolo sul fondotinta sbagliato come poterlo riciclare!

 

 

 

Articoli correlati:

2 Responses to “Scegliere il fondotinta: come capisco se non fa per me?”

  1. tatiana 6 novembre 2013 at 23:58 #

    Ogni volta leggo queste frasi: il fondotinta liquido contiene siliconi e altre schifezze quindi se creano problemi si deve passare a quelli naturali che solitamente sono i minerali….ma non sono adatti alle pelli secche….io che non la ho secca ma quasi e quindi devo stare attenta, quale fondotinta naturale posso usare?

Leave a Reply