Cristalli liquidi: rovini i capelli se...
Scopri l'Ebook

Cristalli liquidi: rovini i capelli se…

13 apr

Se hai già visto il mio ultimo video sull’utilizzo dei cristalli liquidi, saprai già di cosa sto parlando. Volevo darti una preziosa indicazione per quanto riguarda la cura dei capelli: preziosa, perché molte ragazze ma anche parrucchieri professionisti, credono di utilizzare correttamente i cristalli liquidi quando invece forse non sanno che in questo modo tendono a rovinare ancora di più i capelli.

 

I danni della piastra

La piastra per capelli è un’alleata fedele di moltissime ragazze: in poco tempo puoi avere capelli lisci, ondulati, ricci e così via, sperimentando sempre look diversi. Ma ahimè la piastra ha anche il difetto di rovinare i capelli a lungo andare, a causa delle temperature elevate che raggiunge per poter mettere in piega il capello. E’ vero che le piastre di un tempo erano molto più aggressive rispetto a quelle moderne, ma sempre di calore si tratta. Infatti, chi utilizza spesso la piastra lo sa benissimo: dopo un po’ le punte iniziano a rovinarsi ed i capelli ad indebolirsi. Ed è proprio qui che entrano in gioco i cristalli liquidi.

 

La leggenda sui cristalli liquidi

A questo punto, per limitare i danni provocati dalla piastra, si cominciò a diffondere l’uso di prodotti che proteggessero dal forte calore, come ad esempio i cristalli liquidi o oli, uno su tutti l’olio di semi di lino. Questi prodotti vengono tutt’ora utilizzati a fine piega: a capelli asciutti si applica il prodotto sulle lunghezze, quelle più colpite dal calore, e subito dopo si passa ad utilizzare la piastra.

 

Dove sta l’errore?

Immagina dell’olio su una padella calda: cosa fa? Frigge! Ecco, questo è quello che succede agli oli che applichi sui capelli asciutti e sui quali applichi la piastra calda! In verità i cristalli liquidi non sono proprio degli oli, peggio: sono prodotti a base di silicone che rendono il capello morbido e lucente inizialmente, ma a lungo andare lo seccano e lo sfibrano (e tu magari dai la colpa solo alla piastra!). Ultimamente però, per dare una nuova veste ai cristalli liquidi, i produttori cosmetici hanno pensato bene di creare i cosiddetti cristalli liquidi all’olio di semi di lino o all’olio di argan: quindi, chi li utilizza, pensando di proteggere doppiamente i capelli, in realtà li rovina doppiamente, perché mette siliconi ed in più olio che a contatto con la piastra frigge letteralmente sui capelli!

 

Qual è la soluzione?

Per evitare tutto questo basta seguire a mio parere poche ma semplici regole:

♦  curare i capelli sin dal lavaggio: utilizzare shampoo, balsamo e maschera privi di siliconi in modo da non rovinare a lungo andare i capelli. Ribadisco che la scelta di prodotti naturali è sempre la più azzeccata.

♦  non usare mai oli dopo la piega e prima della piastra, ma bensì a capelli umidi: dopo lo shampoo applica qualche goccina di olio di semi di lino o di olio di argan o di jojoba su lunghezze e punte, massaggia e procedi con la normale asciugatura. Il calore del phon è decisamente più delicato rispetto a quello della piastra, quindi puoi stare tranquilla.

♦  per finire, limita al massimo l’uso della piastra.

 

 

Articoli correlati:

3 Responses to “Cristalli liquidi: rovini i capelli se…”

  1. Meri 14 aprile 2013 at 08:06 #

    Assolutamente sì, concordo su tutto.
    E aggiungo: se possibile, cercare sempre di far asciugare la chioma all’aria. I capelli ringraziano… ed emergono onde e ricci che solitamente vengono appiattiti dalla piega o dal phon! :)

  2. Laura 28 aprile 2014 at 20:22 #

    …frigge anche l’olio asciutto?

  3. Marissa 2 giugno 2015 at 02:05 #

    Karmin è il migliore

Leave a Reply