Guance in primo piano senza imperfezioni!
Scopri l'Ebook

Guance in primo piano senza imperfezioni!

9 set

Quando si parla di imperfezioni che interessano il viso spesso si fa riferimento ad una zona ben precisa, molto colpita da punti neri e brufoli, ovvero le guance.

guance Eva Longoria

 

Le guance sono una parte molto soggetta a presentare imperfezioni per diversi motivi:

♦  stanno a contatto con il cuscino: sul cuscino poggiamo i capelli se teniamo una posizione a pancia in su e poi le guance quando ci giriamo di lato. Se i capelli sono sporchi o sui capelli hai utilizzato schiuma, lacca o altri prodotti per lo styling, questi vanno a diretto contatto con il viso.

♦  fanno i conti con diversi strati di trucco: se ci pensi bene sulle guance applichiamo diversi strati di prodotto. Tralasciando i prodotti che servono per preparare la pelle al trucco (creme e primer, che se non sono naturali sono piene di siliconi), sulle guance applichiamo fondotinta, fard, terra abbronzante e illuminante. Tutti questi prodotti, specialmente su una pelle che ha già la tendenza a sviluppare imperfezioni, possono essere determinanti nella comparsa di punti neri e brufoli sotto pelle.

 

Come lavare il viso

Quando si soffre di imperfezioni concentrate sulla zona delle guance è essenziale rimuovere tutto il make up e lo sporco che si è depositato sulla pelle per evitare che il problema peggiori. Anzitutto, vietato utilizzare saponi, sia liquidi che a pezzo: anche se trovi scritto che sono adatti per il viso devi sapere che sono piuttosto aggressivi: molto meglio optare per un gel o un latte detergente con azione purificante.

 

Scrub ed esfolianti

Essenziale è eliminare lo strato di cellule morte che tengono imprigionato lo sporco sotto pelle. Per questo esfoliare con regolarità la pelle è già un buon punto di partenza: inumidiscila con un po’ d’acqua e poi passa sopra il tuo scrub. Se non ne hai uno, puoi sempre crearlo in casa con ingredienti semplici: ad esempio, puoi unire dell’olio (di mandorle, di cocco, di jojoba, ecc) con un po’ di zucchero (meglio se di canna, ma anche quello bianco va bene) e passare il composto così ottenuto su tutto il viso con movimenti circolari. Poi risciacqua con acqua tiepida ed elimina l’unto dal viso con il latte detergente (se la pelle è secca puoi anche lasciare agire l’olio senza lavarlo via).

 

I trattamenti giusti da fare

Se esfoliare il viso tramite un veloce trattamento casalingo non basta, allora è meglio rivolgersi ad una brava estetista o visagista. Se punti neri e brufoli sotto pelle non ne vogliono sapere di abbandonarti, ricorri ad un trattamento professionale: basta una semplice pulizia del viso una volta ogni 10/12 giorni, effettuata con i prodotti giusti per vedere da subito i primi miglioramenti. Durante la pulizia del viso, infatti, i punti neri e i brufoli vengono premuti per lasciare fuoriuscire lo sporco che contengono, lasciando che la pelle appaia più levigata sia alla vista che al tatto. Una cosa molto importante è non cercare di fare questo a casa: prima di premerli è essenziale dilatare i pori con del vapore, altrimenti rischi di ottenere il risultato opposto, ovvero stimolare la ghiandola, peggiorando la situazione.

 

 

Articoli correlati:

One Response to “Guance in primo piano senza imperfezioni!”

  1. Ginevra 10 settembre 2013 at 15:20 #

    Bel post, ho letto con piacere e tenterò di seguire i tuoi consigli! 😉

    http://lavitaebellatanto. blogspot.it/

Leave a Reply