Struccante oleoso: un confronto con quello non oleoso
Scopri l'Ebook

Struccante oleoso: un confronto con quello non oleoso

5 apr

Nell’ultimo video ti parlo della differenza tra lo struccante oleoso e quello non oleoso. In commercio esistono diversi tipi di struccante  per andare in contro alle diverse esigenze della pelle (secca, grassa, sensibile). Ognuno di questi prodotti, tuttavia, ha un utilizzo ben preciso: ad esempio lo struccante oleoso, date le sue caratteristiche, ha un impiego diverso rispetto ad uno struccante non oleoso.

La differenza sta proprio nella composizione: mentre lo struccante oleoso, come dice la parola stessa, è un prodotto a base di olio, quello non oleoso rimuove il trucco senza utilizzare oli. La loro diversa composizione si riflette anche nel modo in cui queste due tipologie di struccante vengono utilizzati.

 

Struccante oleoso

Lo struccante oleoso è l’ideale da utilizzare quando vuoi eliminare completamente il trucco dal viso: è ottimo per sciogliere il trucco pesante e rimuovere velocemente mascara, matita e eyeliner, soprattutto se si tratta di prodotti waterproof.

 

Struccante non oleoso

Lo struccante non oleoso è invece più indicato per eseguire le piccole correzioni durante il trucco: su bagna la punta di un bastoncino di cotone per correggere una riga storta, una codina venuta male e così via, poi si passa nello stesso punto l’altra parte di bastoncino asciutto per eliminare ogni traccia dello struccante e si procede con il trucco.

 

Perché questa suddivisione? Pensa se dovessi correggere gli errori con uno struccante oleoso: anche se dopo passi il bastoncino asciutto rimarrebbe comunque una patina oleosa sull’occhio, che farebbe scivolare il trucco. Inoltre, qualora te lo stessi chiedendo, ricorda che lo struccante bifasico rientra nella categoria degli struccanti oleosi.

 

Leggi anche l’articolo sullo struccante occhi!

 

 

Articoli correlati:

No comments yet

Leave a Reply