Fondotinta mat: è adatto a tutte?
Scopri l'Ebook

Fondotinta mat: è adatto a tutte?

7 giu

Il fondotinta mat nasce dall’esigenza dei fotografi di non far apparire troppo lucida la pelle delle modelle che posavano sotto i riflettori. Questo tipo di fondotinta è stato quindi studiato per controllare l’effetto lucido, facendo apparire la pelle opaca e asciutta.

caratteristiche fondotinta mat

 

 

Le caratteristiche del fondotinta mat

Scegli un fondotinta mat se queste sono le caratteristiche che cerchi in un prodotto del genere.

♦  Composizione: un fondotinta mat è composto da ingredienti che non riflettono la luce, dando quindi il risultato di una pelle opaca. Inoltre questo fondotinta solitamente è anche privo di sostanze oleose, che possono rendere il prodotto eccessivamente grasso sulla pelle, determinando quella fastidiosa sensazione di unto sulla pelle.

♦  Effetto: se stendi sulla pelle un fondotinta mat otterrai un effetto perfettamente opaco. Cancella tutte le zone lucide dal viso, regalandoti una carnagione dall’aspetto levigato.

♦  Tenuta: come dicevamo solitamente un fondotinta mat è privo di sostanze oleose, tanto che spesso trovi riportato sulla confezione la dicitura “oil free”: per questo motivo ha sicuramente una tenuta maggiore, perché non lascia che il trucco coli nel corso delle ore.

 

Quanti tipi di fondotinta mat esistono?

I fondotinta mat non sono tutti uguali, ma puoi benissimo sceglierli in base alle tue esigenze. Ecco quali sono quelli che puoi trovare in commercio:

♦  In polvere: è perfetto se hai la pelle grassa perché oltre a coprire le eventuali lucidità del viso, assorbe con molta efficacia il sebo in eccesso che queste pelli producono naturalmente.

♦  In crema: i fondotinta in crema o fluidi sono spesso fondotinta mat a lunga tenuta, che resistono ai vari sbalzi di temperatura e quindi ideali da provare se si sta fuori per tutta la giornata.

♦  In mousse: sono perfetti se vuoi ottenere un effetto mat ma allo stesso tempo avere un aspetto estemamente naturale e leggero.

 

Chi può utilizzare il fondotinta mat?

I fondotinta mat sono principalmente indirizzati a tutte coloro che soffrono di pelle grassa o mista e vogliono veder scomparire dal viso quel fastidioso unto che compare dopo poco tempo sulla pelle e che rovina il trucco. E’ per questo motivo che chi ha la pelle grassa dovrebbe sempre preferire fondotinta mat in polvere o compatti, in modo che facciano durare più a lungo l’effetto opacizzante sul viso. Chi ha una pelle normale o addirittura tendente ad essere secca non dovrebbe utilizzare fondotinta mat: l’effetto opaco sul viso, in questo caso, potrebbe farti sembrare “di gesso”, oltre che a sottolineare eventuali segni del tempo come rughe o linee d’espressione o ancora pelle screpolata.

 

Come applicare correttamente il fondotinta mat

L’errore più comune che si commette quando si applica un fondotinta mat è quello di stendere troppo prodotto nel tentativo di coprire tutti i difetti ma soprattutto di far durare più a lungo possibile l’effetto opacizzante del prodotto. Questo, però, non farà altro che dilatare i pori del viso perché la pelle, sotto diversi strati di prodotto non respira: il risultato sarà, al contrario del previsto, un viso lucido poco dopo l’applicazione. La cosa da fare è invece stendere la giusta quantità di prodotto partendo dal centro del viso, dove occorre maggiormente che la pelle diventi opaca, e successivamente sfumando il prodotto con le dita o con una spugnetta.

 

 

 

 

Articoli correlati:

No comments yet

Leave a Reply