Ombretto bianco: 6 diversi modi per utilizzarlo
Scopri l'Ebook

Ombretto bianco: 6 diversi modi per utilizzarlo

15 ago

L’ombretto bianco è considerato dai make up artist uno strumento versatile che può essere utilizzato in diversi modi. E’ presente praticamente in qualsiasi trousse ma spesso non viene mai sfruttato come realmente si dovrebbe. Riesce a ricoprire davvero tantissime funzioni e può regalarti differenti effetti sull’occhio. Per scoprirli tutti leggi questa piccola guida su come utilizzare al meglio

consigli sull'ombretto bianco 

 

Le funzioni dell’ombretto bianco

Come dicevamo, l’ombretto bianco può avere diverse funzioni in base a come e quando viene applicato. Vediamone alcuni esempi.

♦  Base: se applicato prima dell’ombretto che vuoi utilizzare funziona benissimo da base e può aumentare la durata del trucco. Ma in questo caso la funzione principale è un’altra, ovvero rendere più chiaro e luminoso il colore che andrai ad applicare sopra. Una volta steso l’ombretto ti accorgerai subito che assumerà una nuova sfaccettatura, soprattutto se l’ombretto bianco che hai messo sotto ha un effetto perlato.

♦  Punto luce: è sicuramente il modo più classico con il quale si utilizza l’ombretto bianco. Per creare questi famosi punti luce bisogna applicare l’ombretto bianco in particolari zone dell’occhio, che solitamente sono l’angolo interno e sotto le sopracciglia.

♦  Per ingrandire l’occhio: l’ombretto bianco è perfetto da applicare anche da solo o in coppia ad un’altro colore chiaro per rendere l’occhio più grande. Grazie infatti all’effetto ottico che viene prodotto l’occhio tenderà a sembrare più ampio, aiutando così a valorizzare moltissimo gli occhi piccoli. Anche la matita bianca per occhi ha la stessa funzione. 

 

Gli effetti dell’ombretto bianco

L’ombretto bianco puoi trovarlo di diverse tipologie e scegliere quello più adatto è fondamentale per ottenere l’effetto sull’occhio che desideri. Vediamo tra quanti tipi puoi scegliere e a cosa possono esserti utili.

♦  Opaco: con l’ombretto bianco opaco puoi divertirti a creare bellissime sfumature, specialmente se stai usando ombretti opachi. Il punto sul quale è meglio applicarlo è la prima metà della palpebra mobile. Va poi sfumato al centro con un colore medio ed infine, sull’angolo esterno con uno più scuro. In questo modo potrai creare una bella gradazione di colore che per effetto ottico tenderà ad allungare l’occhio rendendolo più affusolato.

♦  Perlato: l’ombretto bianco dall’effetto perlato è invece l’ideale per accentuare i punti luce dell’occhio, ma non solo. All’occorrenza può benissimo essere utilizzato come illuminante proprio sopra le guance o dare maggiore rotondità ad un occhio un po’ piatto se applicato al centro della palpebra mobile.

♦  In crema: l’effetto che da un ombretto bianco in crema è decisamente più vistoso e accentuato rispetto ad uno compatto. Oltre a poterlo utilizzare come nei due casi precedenti, quello in crema può benissimo diventare un originalissimo eyeliner. Per ottenere davvero un bell’effetto procedi così: applica un ombretto classico compatto sulla palpebra mobile e sceglilo preferibilmente di un colore scuro (ombretto marrone, blu o verde). Dopo aver completato il trucco con le sfumature che più ti piacciono (ad esempio con l’azzurro se hai usato il blu, con il beige se hai utilizzato il marrone o con il verde chiaro se hai scelto il verde) puoi procedere con il tuo ombretto bianco in crema. Quindi non ti resta che prendere un pennellino sottile da eyeliner o uno dalla punta piatta, passarlo sull’ombretto e disegnare una riga sottile lungo le ciglia superiori. Naturalmente non trattandosi di un vero e proprio eyeliner sarà necessario prelevare il colore più volte.

 

E tu con quale ti trovi meglio?

 

 

 

Articoli correlati:

One Response to “Ombretto bianco: 6 diversi modi per utilizzarlo”

  1. Mirhyam 11 luglio 2013 at 23:48 #

    Ottimo quello perlato che come spieghi accentua i punti luce. Articolo interessante e completo.

Leave a Reply