Ombretto mat: come utilizzarlo e ravvivare un colore poco scrivente
Scopri l'Ebook

Ombretto mat: come utilizzarlo e ravvivare un colore poco scrivente

3 lug

Un ombretto mat è un ombretto opaco, ovvero privo di pigmenti che riflettono la luce e tanto meno di glitter. L’ombretto mat è davvero molto versatile e moltissime donne lo adorano, data anche la facilità con cui può essere utilizzato. Non dovrebbe mai mancare nella trousse di ogni appassionata di make up, perché ti permette di realizzare un bel trucco da giorno così come uno più sofisticato da sera.

utilizzo dell'ombretto mat

 

Come utilizzare l’ombretto mat

L’ombretto mat può essere considerato a prima vista monotono: è vero, se confrontato con quelli perlati può forse risultare piatto e non molto vivace, ma è altrettanto vero che applicarlo nella maniera giusta può fare veramente la differenza. Vediamo insieme come.

♦  Per chi ha qualche anno in più: se rughette e segni d’espressione sono presenti sui tuoi occhi, allora l’ombretto mat fa sicuramente al caso tuo. Il fatto che questo tipo di ombretto non contenga pigmenti che riflettono la luce gli permette di valorizzare l’occhio senza necessariamente mettere in evidenza i piccoli difetti. Bisogna però fare attenzione ai colori che si utilizzano. Se sei chiara vanno bene il rosa e un color biscotto, mentre se sei scura punta su blu e marrone scuro.

♦  Se vuoi un effetto naturale per il giorno: gli ombretti mat hanno la particolarità di dare all’occhio un bellissimo effetto naturale. E’ per questo motivo che sono perfetti per dare un tocco particolare al trucco anche di giorno. Fermati però ai colori medi e non eccedere usando tonalità troppo scure: di giorno il trucco che si richiede è abbastanza soft e mai troppo intenso. Unica eccezione per chi volesse realizzare un trucco per occhi neri e capelli neri, e magari ha una carnagione abbastanza scura.

♦  Con quello perlato per un look originale: chi l’ha detto che l’ombretto mat può essere usato unicamente da solo? Per ottenere un trucco davvero particolare devi assolutamente provare a mescolare diversi effetti di ombretti e avrai un look che davvero non ti aspettavi. Ad esempio puoi applicare l’ombretto mat sulla palpebra mobile e poi sfumarlo con un ombretto perlato di una tonalità più scura proprio sulla piega dell’occhio. Suggerimenti per qualche abbinamento? Beige mat e marrone perlato per gli occhi azzurri e verdi, blu mat e nero perlato per quelli neri e castani.

 

Dove trovare gli ombretti mat

Per l’acquisto di ombretti mat o anche altri tipi di ombretti ti segnalo una risorsa molto utile: l’ e-commerce ShopAlike.it.

 

Come ravvivare un ombretto mat

Non è difficile incappare in ombretti mat che a prima vista possono sembrarci ottimi ma che invece al momento di applicarli non risultano per nulla pigmentati o scriventi. Ma non preoccuparti perché non è necessario gettarli via: piuttosto basta seguire questi piccoli consigli per ravvivare un ombretto mat che avevi ormai dato per spacciato e ottenere allo stesso tempo bellissimi effetti sull’occhio. Per fare questo, però, è necessario saper abbinare il tuo ombretto mat nel modo più corretto. Per prima cosa occorre fare una distinzione tra i diversi colori.

♦  Ombretto mat chiaro: con un ombretto mat chiaro è possibile realizzare una perfetta base per i tuoi ombretti. Sia che tu utilizzi un primer occhi o ti limiti solo a creare un colorito omogeneo sulla palpebra magari usando il fondotinta o il correttore, puoi comunque sfruttare l’ombretto chiaro mat per creare una base molto semplice e vellutata sugli occhi. Il consiglio è di applicarlo non con il pennello, ma bensì con i polpastrelli: noterai subito la differenza perché il colore, nonostante sia poco scrivente, ti apparirà più pieno.

♦  Ombretto mat scuro: gli ombretti mat più scuri ma che però non sono molto pigmentati possono essere impiegati in due diversi modi. Come quelli più chiari possono essere applicati prima del trucco quando hai intenzione di realizzare un make up intenso. Inoltre sono perfetti quando hai bisogno di ottenere delle sfumature leggere e farle normalmente non è esattamente il tuo forte.

♦  Ombretto mat colorato: è forse quello più difficile da sfruttare, specialmente se i colori sono abbastanza inusuali. Ma anche in questo caso puoi utilizzare questo tipo di ombretto per sfumare leggermente tonalità simili senza dover essere necessariamente una super esperta di trucco. E’ infatti difficile sbagliare nelle ombreggiature e caricare troppo il colore se l’ombretto non è molto scrivente.

 

 

 

Articoli correlati:

2 Responses to “Ombretto mat: come utilizzarlo e ravvivare un colore poco scrivente”

  1. Giorgia 29 marzo 2013 at 23:29 #

    Ciao! di che marca sono gli ombretti della prima foto dell articolo? Ps: puoi suggerirmi un borgogna mat?

    • Maria Carmela
      Maria Carmela 5 aprile 2013 at 13:19 #

      Gli ombretti sono Mac :) Prova con il Red Carpet di Neve Cosmetics :)

Leave a Reply