Le 3 tipologie di make up base per il giorno
Scopri l'Ebook

Le 3 tipologie di make up base per il giorno

15 set

Di tipologie di make up ne esistono diverse e le possiamo suddividere tra giorno e sera. Quelle che ti presento oggi sono 3 tipologie di make up base da giorno: base perché da queste puoi partire, giocando con colori e sfumature, per creare trucchi più audaci e sofisticati.

tipologie-di-make-up-base

Ogni tipologia risulta particolarmente adatta ad una specifica occasione e ad una specifica forma di occhio: per questo motivo è bene scegliere una di questi tre stili in base anche al tuo occhio ed all’occasione in cui devi sfoggiare il make up. Iniziamo subito!

 

Bordo dell’occhio

Questa prima tipologia di make up base è di certo la più semplice. Consiste nel disegnare una riga lungo il bordo della palpebra superiore utilizzando una matita, un eyeliner o addirittura un ombretto, da applicare con un pennello piatto (meglio se angolato, così da essere più semplice). Puoi limitarti alla riga sul bordo oppure completare il make up con una leggera ombreggiatura lungo la piega dell’occhio.

bordo-dellocchio

Quando: make up perfetto da sfoggiare di giorno, soprattutto se come quello in foto. Una riga di matita marrone o tortora che dona a tutti i colori di occhi, rende lo sguardo più grintoso ed allo stesso tempo ti da la certezza di non appesantire affatto lo sguardo. Con colori più intensi va benissimo anche per un aperitivo pomeridiano.

Per chi: questo genere di trucco è consigliatissimo per tutte coloro che hanno gli occhi grandi o tondi. In questo ultimo caso la codina finale è praticamente d’obbligo, perché allunga l’occhio e minimizza la rotondità. Poco indicato, invece, per chi ha gli occhi piccoli, perché tende a rimpicciolirli. Nel caso in cui vuoi comunque adottare questo stile pur avendo gli occhi piccoli, ti consiglio di tenere sempre molto naturale la rima interna dell’occhio, magari applicando una matita color carne.

 

Angolo esterno

Altro make up estremamente delicato, consiste nell’applicare un ombretto sulla palpebra mobile ed un ombretto di una o due tonalità più scure sull’angolo esterno dell’occhio. In questo caso si deve essere un po’ più allenate con le sfumature, quindi munisciti di un buon pennello morbido e di tanta pazienza! Se non sei ancora molto esperta ti consiglio di partire da colori neutri, proprio come quelli che vedi in foto. Inizia ad applicare l’ombretto scuro a partire dall’esterno della piega dell’occhio e pian piano distribuisci il colore prima verso sotto e poi in orizzontale lungo l’interno della piega.

angolo-esterno

Quando: anche questo make up è perfetto per il giorno, ma può facilmente essere trasformato in un make up da sera scegliendo ombretti dai toni più decisi, o addirittura puntando su finish più luminosi. Va benissimo un blu o grigio metallizzato, un viola o un rame.

Per chi: questa tipologia di make up sta bene a chi ha un occhio dalla forma regolare, a mandorla o piccolo, perché lascia libera la palpebra e sottolinea appena lo sguardo grazie all’ombreggiatura lungo la piega e l’angolo esterno dell’occhio.

 

 

Cornice

Questo è un genere di make up decisamente più “strong”. A differenza dei primi due, questo crea una vera e propria cornice, mettendo in risalto al massimo la zona della palpebra mobile e di conseguenza anche l’iride. Per replicarlo è essenziale scegliere due colori che creino un bel contrasto tra loro: nell’immagine è stato scelto un ombretto marrone opaco per la palpebra mobile ed un ombretto grigio scuro opaco per la piega e palpebra inferiore. Importante: mentre per la palpebra mobile puoi scegliere anche un ombretto perlato, satinato o metallizzato, quello più scuro, che serve a creare la “cornice” deve invece essere necessariamente opaco: in questo modo è la zona più chiara che spicca e che può quindi sottolineare lo sguardo.

cornice

Quando: è una tipologia di trucco adatta sicuramente alla sera, ma anche di giorno può essere sfoggiata, specialmente quando si tratta di occasioni particolari (un appuntamento di lavoro, una cerimonia, un colloquio) perché è un make up che dona sempre un’aria molto curata. L’importante è prestare attenzione alla sfumatura!

Per chi: assolutamente sconsigliato a chi ha occhi tondi, dato che ne accentuerebbe la forma. Perfetto, invece, per chi ha occhi regolari o piccoli. Lascia sempre nuda la rima interna e cerca quanto più è possibile di curvare le ciglia, utilizzando un buon piega ciglia ed un mascara incurvante: questo ti aiuterà moltissimo ad aprire lo sguardo e far sembrare decisamente più grandi e vispi i tuoi occhi!

 

Quale di queste si addice di più ai tuoi occhi?

 

Articoli correlati:

One Response to “Le 3 tipologie di make up base per il giorno”

  1. Elena Bottura 12 novembre 2016 at 09:20 #

    Bellissimo post!

Leave a Reply