Home Make up Review Nuova routine detersione senza acqua!

Nuova routine detersione senza acqua!

Oggi voglio condividere con te un nuovo modo che sto sperimentando di detergere il viso, grazie anche all’acquisto dei prodotti Weleda che ho avuto il piacere di provare in questo periodo! Con questo nuovo metodo vedo la mia pelle decisamente migliorata: meno opaca e spenta e con molte meno imperfezioni!

Vecchia routine detersione

Ma facciamo un passo indietro per descriverti come utilizzavo solitamente il latte detergente. I detergenti che ho utilizzato fino ad ora sono sempre stati molto leggeri: pulivano bene il viso ed allo stesso tempo li risciacquavo bene con la sola acqua. Per questo motivo procedevo così:

♦  una noce di struccante sul palmo della mano

♦  struccante spalmato su tutto il viso (come una crema insomma)

♦  risciacquo con acqua

Questo metodo è sempre stato l’ideale per me. Mi sono sempre trovata bene perché è un metodo efficace ma anche molto veloce e semplice. Qualcosa però è cambiato quando ho iniziato ad utilizzare questi nuovi prodotti Weleda.

Latte detergente Weleda

I prodotti Weleda che ho acquistato sono un latte detergente ed il tonico. Il latte detergente, in particolare, è adatto alle pelli delicate, che solitamente sono tipologie di pelle che tendono ad essere secche. Nonostante io abbia una pelle più tendente ad essere grassa, se pur delicata, ho deciso comunque di provare il prodotto.

latte detergente viso Weleda

Quindi, come sempre, inizio ad utilizzare questo latte detergente come al mio solito, spalmandolo su tutto il viso e poi risciacquandolo con la semplice acqua del rubinetto. L’effetto dopo però non mi piaceva affatto: essendo un latte detergente molto cremoso e nutriente (fatto apposta per le pelli delicate/secche), sentivo che la pelle rimaneva piuttosto unta, cosa che non mi succedeva con gli altri prodotti. Allora ho iniziato a modificare le mie abitudini in fatto di detersione…

Nuova routine detersione

Per evitare quel brutto effetto dopo aver passato il latte detergente ho iniziato a modificare la mia routine! Ho cominciato ad utilizzare i dischetti di cotone anche per passare il latte detergente oltre che per il tonico. La mia detersione quindi si è così modificata:

♦  applico il latte detergente sul dischetto di cotone

♦  passo il dischetto con il latte detergente su tutto il viso fin quando non ho rimosso lo sporco

♦  lo stesso faccio quindi con il tonico

Dove sta la differenza? Non utilizzo più l’acqua! La mia pelle vede ormai l’acqua da lontano e, non so se sia una coincidenza o meno, ma la vedo molto migliorata! Più luminosa e meno opaca. Questo credo sia dato dal fatto che l’acqua che scorre dal mio rubinetto è molto “forte”, ovvero con molti residui calcarei che rovinano la pelle. Tu come detergi il viso? Fai un risciacquo oppure utilizzi solo dischetti di cotone?

Tra qualche tempo troverai anche la recensione completa del latte detergente ma anche del tonico Weleda che ho acquistato!

21 Commenti

  1. Anche io applico il latte detergente con il dischetto di cotone, ma risciacquo poi con l’acqua… Non so, l’acqua mi da l’impressione di “pulire” meglio…:-)

  2. Ciao, molto interessante quello che hai scritto.
    io mi sono trasferita da poco e devo dire che in questa città dove vivo ora, l’acqua che esce dal rubinetto ha molto più calcare di dove stavo prima.
    In questi mesi mi sono usciti molti brufoli sul mento, mai avuti in precedenza, si sono molto affezionati a me 🙂 e pur usando detergenti, maschere e altro non se ne vogliono andare. in oltre vedo la pelle è meno tonica, pur usando prodotti con i quali mi sono sempre trovata bene.
    forse può veramente dipendere dall’acqua…. mi sa che farò un tentativo anch’io.

  3. Ciaoo! Sei davvero brava e mi fa piacere leggere i tuoi consigli perchè sono davvero utili. Io alla mattina utilizzo solo l’acqua di rose dell’Erboristeria Magentina come tonico. Ho eliminato qualsiasi altro prodotto e adesso il mio viso è senza brufoletti e sembra piu sano e luminoso.

  4. Io non uso il latte detergente, ma un olio che poi risciacquo. Il residuo sugli occhi lo tolgo con l’acqua miscellare e devo dire che mi trovo benissimo con questo sistema. Quando usavo il latte detergente mi restava la pelle unta e mi riempivo di brufolini che ora sono un lontano ricordo 🙂

    • Riflettendo questa è la mia routine per lo strucco …. eh la giornata pesante al lavoro si fa sentire 🙂
      Per la detersione uso “erba libera” della Lush da anni ed è il mio prodotto preferito in assoluto!

  5. Io ho sempre fatto così, da quando uso il latte detergente. L’unico problema era dover trovare un latte adeguato per la mia pelle, piuttosto mista e tendente all’untuosità.

  6. Ciao!
    Io utilizzo lo stuccante lavera ed il tonico helan.. sono eccezionali! solo che li ho sempre utilizzati coi dischetti! Dopo aver utilizzato però il latte detergente sciacquo comunque il viso e gli occhi, per sentirmi più fresca. Poi tonico e creme ( ed a periodi prima della crema vado di siero)
    Buona giornata!
    lucia

  7. Ottimi consigli come sempre 🙂
    Io per struccarmi uso il guantino levatrucco in microfibra dell’Aquamassage. Lo inumidisco leggermente e ci metto una punta di latte detergente. Praticamente anch’io non uso acqua se non per ammorbidire il guantino!

  8. Io uso da poco la Beauty Farm della NeveCosmetics. Strucco prima gli occhi con lo struccante fatto da me a base di camomilla, un goccio di detergente delicato (senza schifezze dentro) e olio di riso o di jojoba e poi con il dischetto come fai tu o passandolo come una crema detergo il viso con la Beauty lavandola via con un panno in microfibra bagnato. questo metodo mi consente di rimuovere tutti i residui anche sugli occhi. In genere preferisco risciacquare tutti i prodotti che dentro hanno tensioattivi perchè da quanto leggo in giro non fa bene lasciarli tutta la notte sulla pelle.
    Ottimi consigli comunque! come ti sei trovata invece anche con il deodorante Weleda?

    • Il deodorante non era Weleda ma Deo-Rock, un deodorante a base di allume di potassio 🙂 Mi sto trovando davvero bene! Non ha profumo ovviamente: lo applico bagnato come è riportato sulla confezione e di cattivi odori non se ne sentono per niente! Approvato 😀

  9. Anche nella mia città l’acqua del rubinetto ha molti residui calcarei, ma io ho sempre risciacquato con acqua qualsiasi detergente (anche perché così era scritto sulle confezioni). Ho la pelle mista e impura, con punti neri e occasionali punti bianchi, che però tende a seccarsi molto facilmente, soprattutto nella zona delle guance e del mento, quando uso un prodotto più astringente del solito. Al momento uso un detergente in crema specifico per pelli impure, a base di caolino (è il secondo ingrediente dell’INCI), che rinfresca bene la pelle senza irritarla e si usa stendendolo sul viso asciutto (prima però va lavorato con le mani bagnate), lasciandolo in posa per 30 secondi e sciaquando con acqua. Sarebbe più efficace se evitassi il risciacquo? I miei punti neri potrebbero essere dovuti all’acqua troppo calcarea?
    P.S. Ti trovo molto brava negli articoli sulla cura della pelle: scrivi in modo completo, senza tralasciare i dettagli e spiegandoti bene, con parole comprensibili per tutti!

    • Ciao, grazie mille per i complimenti! Io ti suggerisco di provare, almeno per un mese, ad evitare l’acqua: sono certa che avrai ottimi risultati! 🙂

  10. L’acqua del rubinetto è una vera magagna per la pelle, io me ne sto accorgendo ultimamente.
    Per struccarmi gli occhi uso l’olio d’oliva o quello di mandorle dolci su un dischetto di cotone; per il viso a volte uso una pappetta (fatta di farina di ceci, miele, latte e amido di riso, molto cremosa), altre volte una più liquida composta solo da olio, latte e miele. Poi sciacquo il viso e come tonico applico la camomilla. Eppure è proprio il risciacquo continuo, volto a eliminare i residui di detergente, che rende la mia pelle sempre piuttosto secca…
    Senza acqua però ci si sente meno puliti, è una barriera psicologica difficile da abbattere. Proverò a eliminare l’acqua stasera, vedremo come mi sento.
    Come sempre, grazie per i tuoi bellissimi articoli 🙂

  11. Ciao, grazie per i tuoi consigli! Vorrei chiederti se quello che hai scritto vale anche per il contorno occhi. Io ad esempio mi trucco solo con mascara e matita, quindi una volta rimosso il trucco dagli occhi vorrei sapere se posso rimuovere lo struccante (oleoso) con detergente e tonico. Grazie in anticipo!

      • Ciao Maria Carmela! Mi ritrovo in questo post a distanza di mesi e mesi, ma i topic non perdono mai di attualità! Dopo aver struccato gli occhi, utilizzi su di loro latte detergente e tonico? Io sono sempre stata un pò restia, ma se non è scorretto farlo, non vedo perchè non perfezionare la mia cleaning routine!

  12. sicuramente a monte del mio problema di pelle mista ma secca e anche un po screpolata sulle guance, mento e zona perioculare, c’è anche l’acqua del rubinetto ricca di calcare.purtroppo però se non risciacquo il viso con l’acqua, ho sempre la sensazione di avere il viso appesantito dal detergente. attualmente sto usando il latte detergente alla Rosa Mosqueta de I Provenzali; ma, per dire, anche passando l’acqua micellare, che sia So’ Bio (che adoro) o Fun’ Ethic, se non risciacquo sento fastidio. comunque, questa domenica, visto che è anche San Valentino e sono single 😛 mi concederò un po di attenzioni in più e farò l’esperimento di effettuare una detersione viso come fai tu… vediamo come va

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui